Leonardo Bonucci Gennaro Gattuso
Leonardo Bonucci e Gennaro Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non nascondiamoci dietro un dito: dal Milan ci si aspettava molto di più. Il sesto posto, come spiegato più volte anche dalla dirigenza, era soltanto l’obiettivo minimo.

Per il quarto anno consecutivo, la squadra rossonera non è riuscita a centrare la qualificazione in Champions League. Rispetto a quelle precedenti, però, questa stagione, seppur fallimentare sul piano dei risultati, lascia comunque qualcosa di positivo. Sì, perché si ha la netta sensazione che il Milan, dopo anni di nulla assoluto, sia riuscito a creare una base che fa ben sperare in ottica futura. Proviamo a spiegare perché.

Milan news: la certezze dei rossoneri

Che il Milan abbia bisogno di rinforzi è fuori discussione. La rosa è incompleta, ha degli evidenti buchi in alcuni ruoli ed è palesemente inesperta. Gennaro Gattuso lo ha spiegato più volte nelle ultime conferenze stampa e non solo. Ma il tecnico è stato chiaro: di innesti ne servono tre o quattro, perché sa che la squadra c’è ed è potenzialmente competitiva.

Chiaramente Rino è una delle certezze da cui dovrà ripartire il Diavolo. Con lui c’è stato un netto miglioramento. Lo dicono le prestazioni della squadra con lui alla guida e soprattutto le statistiche: 44 punti in 24 partite, 39 nel girone di ritorno – meglio hanno fatto soltanto Juventus e Napoli. La media punti del suo Milan è di 1,83, molto vicina a quella di Massimiliano Allegri nella stagione 2012-2013 (l’ultima qualificazione in Champions dei rossoneri) che era di 1,89. A parte questi numeri, l’arrivo di Gattuso è stato fondamentale anche per la valorizzazione di alcuni giocatori e di alcuni reparti: evidenti sono i casi della linea difensiva e di un singolo in particolare, Hakan Calhanoglu.

La difesa è un’altra certezza del Milan della prossima stagione. Davide Calabria (che si contenderà il posto con il rientrante Andrea Conti), Leonardo Bonucci, Alessio Romagnoli e Ricardo Rodriguez rappresentano le fondamenta della squadra. Ci si aspettava qualcosa in più dallo svizzero, migliorato soltanto nelle ultime settimane: per gli altri, invece, nonostante qualche alto e basso, la stagione è stata decisamente positiva. Bonucci non è una sorpresa; lo sono, invece, Calabria e Romagnoli, che sembrano aver fatto finalmente il salto di qualità tanto atteso. Che però va confermato. Loro tre fanno ben sperare il Milan e la Nazionale.

In attesa di saperne di più su Suso e sul suo futuro, ad oggi l’unico a dare certezze è Calhanoglu. Impressionante il cambio di marcia del turco con l’arrivo di Rino: fiducia, continuità e tanto lavoro atletico sono stati gli ingredienti del nuovo Hakan, autore di tre gol e di tre assist nelle ultime quattro partite del campionato: in totale, 8 gol e 12 assist. Numeri importanti per un’ala, che è adesso uno dei giocatori chiave della formazione rossonera. Anche lui sarà una pedina su cui puntare per il futuro. Non per la Supercoppa, però (squalificato).

 

Redazione MilanLive.it