Yonghong Li
Yonghong Li (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Sulla figura di Yonghong Li si è detto e scritto di tutto, fin da quando era vicino al closing per acquisire le quote di maggioranza del Milan durante la primavera 2017.

Si è parlato di lui come di un prestanome, di un fantoccio, di un fantasma finanziario, addirittura dalla Cina è fuoriuscito il suo nome in vecchie indagini per truffa. Fatto sta che da quando è primo azionista del Milan ha sempre rispettato le scadenza, nonostante la sua figura misteriosa a livello patrimoniale non convinca ne’ l’UEFA ne’ moltissimi addetti ai lavori. Mister Li però ha scacciato certe dicerie con l’ennesimo bonifico inviato, e che sarà visibile tra oggi e domani come scrive la Gazzetta dello Sport, alle casse di via Aldo Rossi come prima tranche dell’aumento di capitale.

Un primo passo che fa ben sperare: al Milan serve un’iniezione totale da 40 milioni di euro circa entro il prossimo 30 giugno, per chiudere il semestre con un passivo meno esagerato e per completare la gestione stagionale societaria. Il prossimo passo sarà invece la sottoscrizione delle azioni, da compiere un paio di settimane prima del nuovo versamento da 30 milioni. Una ‘covenant’, ovvero un paletto da rispettare, piuttosto fondamentale soprattutto nei confronti di Elliott, che guarda alla gestione cinese del Milan sempre con occhi interessati, pronto ad inserirsi al primo segnale d’allarme e diventare di fatto membro attivo del club. Ma al momento Yonghong Li ha rispettato ogni paletto previsto, anche se il suo lavorare e muoversi nell’ombra spesso genera parecchio scetticismo.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it