UEFA logo
UEFA logo (©Getty Images)

NEWS MILAN – Domattina udienza presso l’Adjudicatory Chamber del Club Financial Control Body dell’UEFA, che vedrà la società rossonera protagonista. Dopo la bocciatura del settlement agreement da parte della Camera Investigativa, ora c’è un altro grado di giudizio.

Come riportato dall’agenzia Ansa, dalle 9 ci sarà questa attesissima udienza per decidere le sanzioni da comminare al Milan. La più temuta è, senza dubbio, l’esclusione dalla prossima Europa League. La delegazione rossonera sarà composta dall’amministratore delegato Marco Fassone, dall’avvocato e consigliere Roberto Cappelli, dal direttore finanziario Valentina Montanari, dal responsabile della comunicazione Fabio Guadagnini e da due legali. I giudici potrebbero non decidere subito, ma emettere una sentenza nel giro di 48-72 ore.

Se il verdetto dovesse essere considerato troppo pesante dal Milan, la società avrà poi la possibilità di ricorrere al TAS di Losanna per provare a ribaltare tutto. La nuova sentenza verrebbe poi emessa entro fine giugno. Non rimane che attendere pochi giorni per capire meglio la situazione. Come detto più volte, si spera di evitare assolutamente l’estromissione dall’Europa League. La squadra di Gennaro Gattuso si è conquistata sul campo il diritto a disputare la competizione e sarebbe grave escluderla. Verrebbe confermata la linea politica intrapresa dall’UEFA nel giudicare.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it