Hakan Calhanoglu Granit Xhaka
Hakan Calhanoglu e Granit Xhaka (©Getty Images)

MILAN NEWS – Fin dall’arrivo in panchina di Gennaro Gattuso è stato il calciatore del Milan ad avere forse la maggior capacità di crescita e di miglioramento del proprio rendimento, diventando un titolare inamovibile.

L’avventura milanista di Hakan Calhanoglu ha preso una svolta proprio grazie all’attuale tecnico, abile a rimetterlo in carreggiata ed a consegnargli le chiavi dell’attacco. Non a caso i numeri del turco parlano di 45 presenze condite da 8 reti e ben 13 assist vincenti. L’ex Bayer Leverkusen si è espresso molto bene nel ruolo di esterno sinistro offensivo, nel 4-3-3 disegnato da Gattuso, ma secondo il Corriere dello Sport non è escluso che possa essere protagonista dalla prossima stagione di un cambiamento tattico che lo riguarda in prima persona.

Il Milan dovrebbe ripartire dal solito schema, ma spunta l’ipotesi che vedrebbe Calhanoglu schierato più al centro del gioco, in una posizione da trequartista dietro magari a due punte. Uno stravolgimento tattico che consentirebbe al 10 rossonero di essere impiegato forse nel ruolo che conosce meglio ed avvicinarsi alla porta avversaria. Molto dipenderà dal futuro di Jesus Suso: con lui in squadra Gattuso punterà ovviamente ancora sul tridente d’attacco largo, ma se dovesse partire dopo il pagamento della clausola da 38 milioni non è da escludere che il Milan possa cambiare atteggiamento sul campo e passare al fantasista alle spalle delle due punte, un modulo molto sponsorizzato negli anni dall’ex patron Silvio Berlusconi.

Una soluzione che potrebbe essere sperimentata nel ritiro estivo dai rossoneri, ma bisognerà valutare in primis le strategie del mercato in entrata ed in uscita, anche per quanto riguarda l’arrivo dichiarato di un nuovo centravanti prolifico.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it