Carolina Morace
Carolina Morace (©Getty Images)

MILAN NEWS – Tra le questioni societarie e la sentenza UEFA, il Milan ieri pomeriggio ha annunciato l’arrivo di Carolina Morace sulla panchina della squadra femminile.

Intervistata da Milan TV, il nuovo coach delle ragazze rossonere ha sottolineato: “Il Milan è il Milan, è una delle società più blasonate e vincenti al mondo. Se chiama il Milan tutto passa in secondo piano“. Morace ha già le idee chiare sulle caratteristiche delle due giocatrici: “Voglio ragazze motivate, che capiscano subito dove si trovano. Per me questa è una cosa importante. Avere alle spalle una società come il Milan significa avere tutte le carte in regola per giocare bene, non abbiamo scuse“.

Il nostro paese, nell’ambito del calcio femminile, parte da molto dietro: “L’Italia rispetto agli altri paesi è dietro di circa 20 anni. Ma siamo famosi per la cultura del dettaglio. Il Milan può dare moltissimo sotto questo punto di vista, perché sa cosa va fatto per vincere“. Per lei il club rossonero sta creando un modello nuovo, diverso dagli altri come ad esempio quello della Juventus: “Si sta delineando il modello Milan, cioè che il femminile ha contatto diretto con amministratore delegato. Alla Juventus c’è un passaggio intermedio“.


Redazione MilanLive.it