Yonghong Li
Yonghong Li (foto AC Milan)

MILAN NEWS – Sono ore caldissime per quanto riguarda il futuro societario del Milan. A quanto pare, Yonghong Lì è vicino a cedere le quote di maggioranza del club.

La situazione è ancora tutta in divenire. Non sono ancora chiare le prossime mosse del proprietario rossonero, ma sono attese novità nelle prossime ore. Intanto Sky Sport ha intervistato Andrea Montanari, giornalista di Milano&Finanza, il quale ha spiegato ai tifosi qual è, al momento, la soluzione migliore per il Milan. Parte però con una doverosa premessa: “Elliott scommette spesso su club quotati in borsa. Quando poi arrivano al valore massimo, li vende. Si tratta di un fondo speculativo“.

Ma l’esempio fatto nella premessa non riguarda i rossoneri: “Il Milan non è quotato in borsa. Elliott ha guadagnato sugli alti tassi di interesse del prestito a a Yonghong Li. Quindi, se ne diventerà il proprietario, cercherà di venderlo subito. La cifra richiesta dovrebbe aggirarsi intorno ai 500 milioni“. Per lui la soluzione migliore per il Milan è la seguente: “Sarà importante trovare un investitore serio, come lo è la famiglia Ricketts, che sta lavorando all’operazione con i vari advisor“.

Yonghong Lì avrebbe già le idee chiare sulla valutazione economica del club. Ma Montanari non è d’accordo: “In passato Lì ha già rifiutato offerte e oggi valuta il Milan un miliardo, ai quali però andrebbero sottratti i debiti verso Elliott. Quindi il Milan, secondo Li, vale intorno ai 650/700 milioni. Cifra alta secondo il mio punto di vista“. Un pensiero poi sulla sentenza UEFA: “Per me la soluzione migliore è una multa salata. L’esclusione dalle coppe sarebbe un danno di immagine enorme, oltre che di business. Il Milan non ha mai combinato nulla di anomalo“.

 

Redazione MilanLive.it