Giovanni Malagò
Giovanni Malagò (©Getty Images)

MILAN NEWS – L’esclusione per un anno del Milan dalle coppe europee comminata dall’UEFA nella giornata di ieri ha sconvolto non solo l’ambiente rossonero, ma anche tutte le istituzioni sportive nostrane.

Un grosso danno d’immagine per il Milan e per il calcio italiano quello che viene fuori dalla sentenza di Nyon; lo ha ammesso anche Giovanni Malagò, presidente del CONI che oggi, come riportato dall’Ansa, ha espresso tutta la sua vicinanza al club rossonero: “Ho sempre mantenuto doverosamente un profilo di rispetto per le istituzioni, ma non c’è dubbio che la sentenza Uefa sul Milan affossa un po’ il calcio italiano. Dispiace molto”.

Malagò non ha perso le speranze e si augura in una sentenza completamente diversa nel ricorso che il Milan farà a Losanna: “Oggi ho sentito Fassone, speriamo che il Tas porti notizie positive al Milan. La storia di questo club non merita una decisone simile, risultati sportivi scritti nella pietra, un’infinità di trofei internazionali, a partire dalle sette Champions. Vediamo, c’è il Tas. Se qualcosa non ha funzionato nel sistema italiano? Per rispondere bisogna conoscere bene chi ha responsabilità e chi ha diritti e doveri, ci sono aspetti che sono tutti in capo a degli organi della Federcalcio. Io onestamente non so dire se c’è qualcosa che non ha funzionato, non mi sento assolutamente di sostenerlo, e non darei nemmeno spazio a queste illazioni”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it