Giovanni Malagò
Giovanni Malagò (©Getty Images)

MILAN NEWS – La squalifica ufficializzata dall’UEFA che ha tolto al Milan la partecipazione alla prossima Europa League ha portato a diverse dichiarazioni nel mondo dello sport italiano e non.

Il presidente del CONI Giovanni Malagò aveva dichiarato: “Speriamo che il TAS porti notizie positive per il Milan”. Parole che avrebbero scatenato l’ira dei tifosi della Fiorentina, i quali stanno gioendo della possibilità che la loro squadra dopo anni di anonimato, ritorni in Europa. Nonostante la netta superiorità dei rossoneri mostrata sul campo, non solo in classifica ma anche negli scontri diretti con i viola, i tifosi vorrebbero godere delle disgrazie altrui. Oggi ai microfoni del Corriere Fiorentino Malagò ha spiegato: “Cosa dovevo dire? Dovevo forse godere perché un club italiano si trova in difficoltà?”. 

Bastano solo queste due domande (retoriche) per spiegare che si sta fondamentalmente parlando del nulla. Malagò prosegue: “Se non avessi preso una posizione sarei stato dai tifosi rossoneri. La verità è che in questo mondo come ti muovi sbagli. Io preferisco sempre assumermi le mie responsabilità, anche se mi rendo conto che oggi in molti preferiscono tacere. Se fossi un tifoso viola darei voto 10 e lode a un presidente del che ha mantenuto un profilo e un comportamento laico per tutta la durata di questa vicenda. Ho assistito in silenzio, fino a che non è arrivata la sentenza”.

Ancora il presidente del CONI Malagò, in riferimento al ricorso al TAS di Losanna annunciato dal Milan e che darà risposta entro qualche giorno: “Da guida dello sport italiano non posso che esprimere dispiacere se un nostro club viene sanzionato. Adesso aspettiamo la sentenza del Tas e, se ribalterà il giudizio dell’Uefa, non nasconderò la mia soddisfazione perché una punizione del genere rappresenterebbe una macchia non solo sui rossoneri, ma su tutto il calcio e lo sport italiano. Se il Milan ha commesso delle infrazioni a livello finanziario, è giusto che paghi”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it