UEFA Europa League
Europa League logo (foto UEFA)

NEWS MILAN – Oggi l’udienza con successiva sentenza del TAS di Losanna può confermare o annullare l’esclusione dei rossoneri dalla prossima Europa League. Il club spera di evitare che la UEFA l’abbia vinta.

La Gazzetta dello Sport oggi mette in evidenza che la conferma della non partecipazione alla coppa europea sarebbe un danno per il Milan. Sia economico, che a livello di immagine e sportivo. Difficile dire con esattezza quanti soldi non finirebbero nelle casse societarie senza competere in Europa League. Spesso si è parlato di circa 20 milioni di euro, una cifra indicativa. In ogni caso il quotidiano sportivo nazionale oggi fa una stima con range credibile.

News Milan, quanto costa non fare l’Europa League?

L’UEFA per l’edizione 2018/2019 dell’Europa League ha stanziato 560 milioni. Quelli da dividere tra le squadre qualificate ai gironi sono 140, ossia 2,92 a testa. Poi ci sono i premi per ogni vittoria (570.000) e ogni pareggio (190.000, con gli altri 190.000 non assegnati da ripartire con quote proporzionali al numero di successi nel gruppo). Chi vince il girone incassa 1 milione di euro, chi arriva secondo la metà. Poi ci sono i premi per i vari passaggi dei turni a eliminazione diretta.

E ci sono anche altri parametri che concorrono a formare la somma: il ranking dell’ultimo decennio con la divisione degli 84 milioni in base ai coefficienti e soprattutto il market pool, variabile di rilievo. È una torta da 168 milioni e viene distribuita in proporzione a ciascun mercato televisivo, prima che tra le partecipanti di ogni federazione. Ci può essere un ricavo minimo di 10 milioni, calcolato sul market pool più basso e col pieno di sconfitte. Ma si può pure giungere a un massimo di poco inferiore ai 50, in caso di conquista del trofeo.

E non bisogna dimenticare gli incassi derivanti dallo stadio e i bonus eventuali concordati con gli sponsor. Insomma, il Milan rischia di rinunciare a denaro che al bilancio farebbe molto comodo. Ma non partecipare alla prossima Europa League sarebbe anche un danno di immagine per il club. La speranza è che il TAS di Losanna non si dimostri severo come la Camera Giudicante dell’UEFA.

 

Redazione MilanLive.it