UEFA logo
UEFA logo (©Getty Images)

MILAN NEWS – La sentenza del TAS di Losanna ha ribaltato tutto: smacco pesante del Milan all’UEFA e ripristino della partecipazione alla prossima edizione dell’Europa League.

Il club rossonero ora, come prossimo passo automatico, dovrà tornare a dialogare con l’Adjudicatory Chamber di Nyon perché, come previsto dalla sentenza emanata ieri, la UEFA dovrà rinegoziare una modalità di rientro e di pareggio di bilancio con la società rossonera, come fatto in passato con squadre italiane ed internazionali che avevano i conti in rosso ma che hanno comunque avuto la possibilità di aderire al cosiddetto sistema del settlement agreement.

Secondo quanto riportato da La Stampa il Milan dovrebbe a breve patteggiare dunque con la UEFA, puntando all’adesione nel suddetto regime di controllo senza però poter evitare le sanzioni cumulative. I rossoneri andranno incontro certamente ad una multa piuttosto pesante, come da regolamento, visto il mancato rispetto dei propri oneri finanziari nelle ultime stagioni. Inoltre la UEFA si aspetta un mercato a ‘saldo zero’, ovvero che il Milan durante le prossime due sessioni non potrà fare investimenti alla cieca bensì spendere e ricavare la medesima cifra per non rischiare di aumentare il deficit. Inoltre ultima sanzione riguarderà la composizione della rosa nelle competizioni europee: possibile che al Milan sarà consentito presentare una lista UEFA ristretta rispetto alle contendenti, con al massimo 21 giocatori presenti invece di 25.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it