Ivan Gazidis
Ivan Gazidis (©Getty Images)

MILAN NEWS – Ieri a Casa Milan è andato in scena un CdA piuttosto importante e ricco di punti ad affrontare per intraprendere al meglio il cammino futuro a livello societario.

In particolare, come ammesso dal presidente Paolo Scaroni all’uscita dalla sede rossonera, si sono affrontati due temi molto caldi: la questione legata alla UEFA e alle possibili sanzioni a cui il Milan andrà incontro, ma anche quella della ricerca di un nuovo amministratore delegato che prende effettivamente il posto di Marco Fassone, l’ultimo AD del Milan scelto dalla vecchia proprietà cinese.

Per quanto riguarda la prima discussione, il consiglio d’amministrazione del Milan ieri ha analizzato per bene tutti i conti della società, lasciata dalla vecchia gestione asiatica non proprio in un idillio finanziario. I rossoneri non si muoveranno nei confronti della commissione di Nyon almeno finché il Tas di Losanna non avrà emesso le motivazioni della sentenza che a luglio ha ‘salvato’ la qualificazione in Europa della squadra di Gattuso. L’impressione è che possa arrivare una multa corposa, da circa 20 milioni, ma anche quella di poter trattare sul Voluntary agreement con buone aspettative.

Per quanto riguarda il nuovo amministratore delegato da Londra arrivano buone sensazioni per l’arrivo di Ivan Gazidis; pare che il dirigente sudafricano sia intenzionato a dire sì alla proposta contrattuale molto allettante presentata dal Milan, ma dovrà prima trovare un accordo di buonuscita con l’Arsenal. I tempi rischiano di allungarsi ancora di qualche mese, con Scaroni che resterà dunque a coprire il ruolo di AD milanista ad interim ancora per un po’ di tempo. Resta in stand-by invece il nome di Umberto Gandini, che domani sarà a Montecarlo come dirigente di riferimento della Roma.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it