Andrea Pirlo
Andrea Pirlo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Doveva essere uno degli uomini di spicco per rilanciare l’immagine e la qualità del calcio italiano nel mondo, ma per ora Andrea Pirlo si accontenta del suo ruolo di commentatore televisivo.

L’ex regista del Milan e della Nazionale italiana è stato intervistato da La Repubblica, per parlare in primis del movimento calcistico nostrano che va rilanciato: “L’allarme di Mancini? Succede da un po’: tanti stranieri sono meno bravi dei nostri. Capita anche in B e perfino nelle categorie inferiori. Probabilmente costano meno ai club, anche in ingaggi, altrimenti non vedo il senso. È il quarto allarme consecutivo, dopo Prandelli, Conte e Ventura? Penso che per un ct il problema sia riferito soprattutto alle grandi. Inter, Juventus, Napoli e anche Roma non schierano molti italiani. L’eccezione è il Milan“.

Pirlo, a proposito della sua ex squadra rossonera, ha voluto fare i complimenti a Gennaro Gattuso per il suo ottimo impegno finora da allenatore: “Mi sta impressionando Gattuso. Il Milan di Rino gioca benissimo, è la squadra che gioca meglio. Io allenatore? Ho appena finito il corso, avrò l’esame a settembre. Mi guardo in giro, vedo le partite. Ma avendo appena smesso di giocare, sento l’esigenza di staccare un po’. Magari farò l’allenatore, magari il dirigente, magari un’altra cosa. Nesta mi giurò che non avrebbe mai allenato. Invece l’ho appena sentito: è invasato per il suo lavoro”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

 

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it