Gonzalo Higuain
Gonzalo Higuain (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una cosa è certa: prima o poi Gonzalo Higuain segnerà con la maglia del Milan, perché il gol fa parte di lui, è elemento imprescindibile e comune nel suo modo di giocare a calcio.

Eppure al momento l’argentino è un passo indietro rispetto ai grandi bomber rossoneri del passato: Van Basten, Weah, Bierhoff e Shevchenko andarono tutti a segno alla prima gara ufficiale con il Milan, mentre Pippo Inzaghi se la prese leggermente più comoda e cominciò a timbrare il cartellino dalla seconda giornata. Higuain ha invece speso 120 minuti ad osservare altri compagni rossoneri andare in rete, ma di certo senza restare passivo (vedi l’assist vincente per Cutrone). Sta di fatto che i tifosi aspettano ancora il primo vagito realizzativo del ‘Pipita’.

Ma come ricorda la Gazzetta dello Sport Higuain sta ricalcando le orme di un altro grande attaccante, ovvero Zlatan Ibrahimovic: lo svedese nelle prime due gare ufficiali giocate col Milan nel 2010 si limitò al compitino contro Cesena, dove sbagliò anche un rigore, e Catania, mentre si sbloccò alla terza gara contro la Lazio. Da lì non si fermò più ed i suoi gol aiutarono il Milan a vincere il 18° e ultimo Scudetto della propria storia.

La speranza è che anche Higuain si sblocchi al terzo tentativo, nella trasferta di Cagliari di domenica prossima, ma le vere similitudini con Ibra sono altre: entrambi giocano da leader, si sgolano e si arrabbiano con i compagni, mostrano quella voglia di vincere e di spaccare il mondo che solo i grandi campioni suscitano. Ed al Milan, a prescindere dai gol, serviva come il pane un attaccante così carismatico.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it