Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Lo aveva detto alla vigilia: quella di ieri in Lussemburgo per Gennaro Gattuso era una partita senza niente da perdere, dove valeva la pena rischiare il tutto per tutto.

L’entusiasmo del piccolo Dudelange, squadra che corrisponde ad un’avversaria di Serie C italiana, ha dato del filo da torcere al Milan, abile poi a risolvere il match con una prodezza di Higuain. Ma a Gattuso per il momento può bastare, come ammesso ieri nel post-partita di coppa: “Sono contento per i tre punti, quando cambi tanto ci stanno gli errori. Mi è piaciuta la mentalità della squadra, va bene, sono contento di aver dato minuti ad alcuni giocatori. Sono contento di tutti i giocatori, qualcuno sta facendo un po’ meglio. Castillejo per caratteristiche ci mette poco per entrare in condizione, sono contento di tutti. Abbiamo bisogno dell’intera rosa, sono soddisfatto per come abbiamo tenuto il campo. Nessun rammarico, averla portata a casa è una buona cosa, nel calcio di oggi non ci sono partite facili”.

La Gazzetta dello Sport riferisce come la prova di ieri può aiutare il tecnico calabrese a capire come ruotare le scelte e su chi in particolare potrà affidarsi in sfide più probanti, come quella di domenica con l’Atalanta: “Quando si lavora per una settimana o due diamo per scontato che si memorizzi tutto, ma non è così. A Cagliari non è un caso ciò che è successo. Abbiamo sbagliato i tempi di salita, facevamo i movimenti al contrario. Credo molto alla postura del corpo e bisogna lavorarci. Quando si manca per due settimane non è un caso che si lasci qualcosa per strada. Stavolta ho cambiato tanti giocatori perché mi danno tranquillità per come lavorano, per le qualità che hanno, non faccio scelte avventurose”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it