Hakan Calhanoglu Timothy Castagne
Hakan Calhanoglu e Timothy Castagne (©Getty Images)

MILAN NEWS – Un domenica amara per il Milan. Ieri a San Siro, contro l’Atalanta, la squadra rossonera ha conquistato solo un punto, gettando al vento la vittoria nei minuti finali di gara.

Nel primo tempo il Diavolo è stato perfetto. Tutti promossi con lode. Alla ripresa, però, con l’ingresso di Duvan Zapata ed Emiliano Rigoni, Gian Piero Gasperini ha ribaltato la partita. Proprio l’argentino ha segnato il gol del definitivo 2-2, arrivato nei minuti finali. C’è rammarico in casa Milan, soprattutto per le tante occasioni sprecate. Ne ha avute almeno due importanti Hakan Calhanoglu, che nei secondi 45′ ha fallito una clamorosa opportunità su assist geniale di Jesus Suso.

Il turco non ha impattato bene il pallone e l’ha messa fuori. Non è riuscito nemmeno a calciare, invece, quando Gonzalo Higuaìn gli ha servito un pallone d’oro all’altezza del dischetto. Insomma, una giornata storta per l’ex Bayer Leverkusen. Secondo il Corriere dello Sport, è stata la sua peggior prestazione in maglia rossonera. Considerazione esagerata forse, perché ne ha collezionate tante di prestazioni negative nel suo primo periodo in rossonero.

Sicuramente il Calhanoglu visto in queste prime partite stagionali non è quello a cui eravamo abituato. Serve molto a questo Milan, per dare ancora più palloni giocabili a Gonzalo Higuaìn e per la manovra offensiva in generale. Ieri Gattuso si è ostinato a tenerlo in campo fino all’85’, quando ha poi deciso di mettere Samu Castillejo. Un cambio tardivo probabilmente, ma sicuramente non è stato l’unico problema del Milan di ieri pomeriggio.

 

Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it