Franck Kessié
Franck Kessié (Foto AC Milan)

MILAN NEWS – La sfida di giovedì contro l’Olympiacos per il Milan è stata più complicata di quanto il risultato possa far pensare. I greci erano andati in vantaggio nei primi minuti, e fino a metà secondo tempo stavano gestendo bene il match.

Tra i giocatori più esperti della squadra del Pireo, c’era sicuramente Yaya Touré. Quasi 100 presenze in Champions League, considerato uno dei migliori calciatori africani di sempre. A 35 anni non ha più la potenza di qualche anno fa, ma a San Siro non ha sfigurato. Connazionale di Franck Kessié, l’ivoriano ex Manchester City nel post-partita ha parlato del milanista: “Per fortuna che Kessié non ha giocato, altrimenti gli avrei dato una bella lezione”, ha scherzato Touré. Poi ha aggiunto: “Non devo dargli consigli, deve trovare da solo la strada per affermarsi”.

Yaya Touré, ed era sorprendente fosse il contrario, è un idolo per Kessié: tra i due ci sono 13 anni di differenza, ma Franck è cresciuto sognando un giorno di emulare il connazionale. Kessié si è incamminato verso i garage di San Siro, Touré lo ha rincorso chiamandolo a gran voce lungo le scale, riporta Tuttosport. Una serata speciale per il giovane centrocampista rossonero, il quale anche se non ha sfidato direttamente in campo il proprio idolo – in quanto lasciato in panchina da Gattuso – sarà stato certamente felice di averlo visto e incontrato.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it