Carolina Morace
Carolina Morace (©Getty Images)

Vigilia ad alta quota il Milan femminile, quasi pronta ad affrontare in casa la Juventus nel big match della sesta giornata della Serie A femminile. Allo stadio Franco Ossola di Varese, domani alle 12.30, si sfideranno le prime della classe, appaiate in vetta a 13 punti.

A Milanello, appena dopo le parole di Gennaro Gattuso alla vigilia di Udinese-Milan, coach Carolina Morace ha presentato Milan-Juventus in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni: “Sarà Milan-Juve, non Morace contro Guarino. È stata mia compagna e poi mia giocatrice: c’è un rapporto di stima reciproca. Domani scenderemo in campo per cercare di resta in testa alla classifica. La Juve nel calcio femminile è la squadra da battere, speriamo di fare un ottimo risultato. Ci rendiamo conto di essere in costante crescita e la cosa che mi fa più piacere è che mi dicono che le ragazze siano 11 ‘Caroline’, perché non mollano mai e hanno la voglia di vincere sempre e comunque”.

Sulla Giacinti e sulla Giugliano: “Da un lato mi dispiace, mentre dall’altro sono contenta, perché Giacinti è comunque sempre in testa alla classifica capocannonieri. Avrebbe potuto sicuramente farne di più considerate le occasioni che ha avuto, peccato. Ci stiamo lavorando perché dobbiamo essere più brave a concludere soprattutto quando le partite sono in equilibrio. Giugliano sta bene, per noi è molto importante. Ci tenevo al fatto che ci fosse, e per questo ringrazio il nostro staff medico”.

Un commento sul momento del calcio femminile: “Rispetto a quando giocavo il calcio femminile è cresciuto tanto, sia a livello fisico che tattico. Ci stiamo avvicinando sempre di più agli standard europei. Questo sistema potrà crescere ancora di più, soprattutto perché questo è l’anno del mondiale”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it