Gennaro Gattuso
Mister Gattuso (©Getty images)

NEWS MILAN – Il Milan perde 2-0 contro la Juventus e stoppa la serie positiva di risultati. Gennaro Gattuso, nel post-partita, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, ha analizzato così la gara.

Le parole del mister, anzitutto sull’episodio del mancato (e clamoroso) doppio giallo a Benatia in occasione del rigore, ed in generale sul match: “Ammonizione, doppia, non ci attacchiamo agli alibi. Abbiamo giocato contro una squadra più forte, abbiamo fatto il nostro. Non parliamo degli assenti, è bello parlare di questo per gli altri. Loro costruiscono bene, sono forti e vincono da tempo. Noi abbiamo fatto quello che dovevamo fare, ingenuità sul secondo gol, c’è differenza a livello fisico e di passo, abbiamo giocato a tratti bene, ma livelli differenti.

Su Gonzalo Higuain, il rigore sbagliato e il nervosismo: “Forse il rigore avrebbe cambiato un po’ la partita. Kessié? C’è libertà, lui Suso Calhanoglu o Higuain li tirano e scelgono loro. Non facciamo polemica. Il pipita se l’è sentita, ha sbagliato ed è stato bravo il portiere avversario. Tutti i nostri rigoristi li hanno sbagliati, anche Kessié e Rodriguez. Spero che si scusi per l’atteggiamento che ha avuto. Deve impararsi a controllarsi meglio. Sente tanto peso addosso, ci sta. Ha sbagliato un rigore contro l’ex, l’emozione ti può fregare. Deve reagire adesso e pensare a quello che fa in campo”. 

Ancora sulle assenze, sull’avversario e su Samuel Castillejo: “Non sono forti solo in Italia, ma tra le tre migliori d’Europa. Hanno 20 giocatori forti, mentalità… Potevamo sfruttare meglio la situazione, stare di più in partita. Andavamo a fiammate ma non ho mai avuto la sensazione che potessimo fargli male. Castillejo a uomo su Pjanic? Se non riesci a tenere la palla coperta… Anche sul loro primo gol, Sandro solo di crossare. Matuidi non è stato spesso servito. Pressione fatta male. Castillejo non ha mai preso Pjanic, ha dato poca profondità, poi ha fatto meglio nella ripresa (Castillejo, ndr)”.

Ancora sui singoli, e sui cambi di modulo: “Prima del secondo gol loro, ad inizio ripresa abbiamo recuperato delle palle ma siamo stati poco brillanti. Hakan poteva fare cambi gioco, ma con il collo del piede ha troppo dolore, ma stringe i denti. A livello qualitativo cambia. Con la Juve devi tenere bene il campo, giocargli addosso, tenere botta, non basta solo correre. Non siamo all’altezza per afrontarli per 90 minuti”. 

Infine una battuta sugli infortuni e su un loro possibile recupero dopo la sosta: “Penso e spero che ritorni Calabria, e basta… (ride, ndr)”.

 

Redazione MilanLive.it

 

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it