Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

MILAN NEWS – A ridosso dell’incontro con la UEFA del 20 novembre a Nyon, Silvio Berlusconi torna a parlare del suo addio al Milan. L’inizio di un periodo buio e tormentato, che ha portato alla disastrosa gestione cinese di cui Elliott Management Corporation ancora ne paga le conseguenze.

L’ex presidente rossonero, ora protagonista con la sua nuova avventura al Monza, è tornare a parlare del suo epilogo al Diavolo e lo ha fatto a margine del Congresso nazionale di Forza Italia giovani. Ecco quanto riportato dai colleghi di SportMediaset: “Due milioni e mezzo di tifosi del Milan ce l’hanno con me per aver passato la società a una persona che si è rivelata meno capace di me. Ma dopo 30 anni non ce la facevo più a continuare. Sono e sarò, credo, l’unico presidente di club che ha vinto di più nel calcio”.

Nel frattempo, è in arrivo il momento della verità. Tra due martedì, infatti, la camera giudicante dovrà emettere un provvedimento disciplinare proporzionato al rosso in bilancio segnato da Fininvest nel triennio 2014-2017. Molto difficile l’accesso al voluntary agreement, cioè l’accettazione di un virtuoso percorso di rientro autogestito che solo le proprietà nuove e solide hanno la licenza di presentare. Pronta invece una multa, senza dimenticare un’altra azione punitiva nel frattempo già in atto: ossia i premi e ricavi dell’attuale Europa League congelati e non trasferibili a bilancio finché non sarà definito il tutto.

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it