Logo UEFA
Logo UEFA (UEFA.com)

NEWS MILAN – La società rossonera dovrà presentarsi a Nyon il 20 novembre per incontrare la Camera Giudicante dell’UEFA. Si discuterà della situazione del club in tema di Fair Play Finanziario.

Il Corriere della Sera scrive che è impossibile fare previsioni su cosa succederà. Tuttavia, presenta tre possibili scenari per il Milan:

  1. L’UEFA concede il Voluntary Agreement – Questo è lo scenario più positivo, che consentirebbe al Diavolo di rientrare nei parametri del FFP senza incorrere in sanzioni. Pertanto il calciomercato non subirebbe limitazioni e neppure la lista dei giocatori iscrivibili per le coppe europee.
  2. Multa per il triennio 2014-2017 più limitazioni alla composizione della lista UEFA, forse già da gennaio, ma Voluntary Agreement per gli anni successivi – Questo sembra essere lo scenario più atteso, secondo il quotidiano nazionale.
  3. Niente Voluntary Agreement, né subito e né per il futuro, perché il Milan aveva già subito una sanzione e dunque non si può più accedere a tale strumento in seguito – Questo è lo scenario peggiore, ovviamente.

La sentenza non dovrebbe essere comunicata già il 20 novembre, dopo l’incontro a Nyon. La Camera Giudicante dovrebbe emetterla solamente nei giorni successivi. Il Milan spera di convincere l’organo dell’UEFA e non utilizzare il pugno duro. Bisogna anche ricordare che le violazioni passate appartengono ad altre gestioni di altre proprietà. Elliott auspica di veder considerato tale aspetto, così come la manifestata volontà di rispettare il Fair Play Finanziario in futuro.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it