calabria davide acmilan
Davide Calabria (©Getty Images)

Davide Calabria è uno dei giocatori del Milan colpiti da infortunio in questa stagione. Ma adesso è sulla via del recupero e già contro la Juventus era tornato tra i convocati.

Il terzino rossonero era stato anche convocato dall’Italia Under 21, però per motivi precauzionali è poi rientrato a Milanello. La caviglia destra è in miglioramento e la sua convocazione non dovrebbe essere a rischio per il match contro la Lazio di domenica. Mister Gennaro Gattuso lo inserirà nella lista nuovamente.

Per tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

MilanLive intervista Vitali, agente di Calabria

MilanLive.it ha intervistato Gianni Vitali, agente di Calabria, per parlare della situazione del giocatore. Si è discusso della sua condizione fisica e anche di altri argomenti di attualità.

Come sta Davide?

«Ha avuto un problema alla caviglia e sta ancora smaltendo l’infortunio. Non ci sono state ricadute recenti, è in via di guarigione. Sta abbastanza bene. Oggi si è allenato a Milanello, ha svolto il lavoro che doveva fare e penso che domani possa rientrare in gruppo. Contro la Lazio è recuperabile assolutamente».

Qual è il suo giudizio sul percorso di crescita di Calabria in queste stagioni?

«Ci tengo a sottolineare che gli infortuni sono stati piccole cose. Quest’anno ha avuto solo questo problema alla caviglia. Ha avuto continuità di impiego dal derby di Coppa Italia dell’anno scorso. Io sono contento, è un ragazzo che continua a crescere ed ha una grande forza. Possiede la stima dell’allenatore e della società. E’ già a un livello molto importante, essere protagonista nel Milan non è mai facile».

Come si trova Davide con mister Gattuso?

«Bene, c’è un rapporto diretto. L’allenatore ha sempre mostrato di avere fiducia in lui, questo per un giocatore è sempre molto importante. Il rapporto con Gattuso è ottimo. Davide è contento della situazione e spera che il Milan faccia sempre meglio, ovviamente».

Considerando che anche Conti sta recuperando la condizione, è possibile un dualismo con Calabria?

«Essendoci molte competizioni e tante partite, è importante avere una rosa lunga. Non vedo un dualismo. Calabria ha fatto benissimo e il rientro di Conti è importante per il Milan. Ci sono numerosi impegni, saranno utili tutti. Non vedo problemi. E’ una situazione normale. Essere al Milan e in club simili significa essere in una rosa con altri giocatori. Penso sia da stimolo per tutti per elevare il livello della competizione, degli allenamenti, della mentalità e in generale della squadra».

Roberto Mancini sta convocando diversi giovani nella nazionale maggiore. Che ambizioni ha Davide in ottica azzurra?

«Ovviamente il suo desiderio è essere convocato e far parte del gruppo. Tutti i giocatori sognano di giocare in nazionale. Oggi è un calciatore fondamentale per l’Under 21, l’anno prossimo ci sarà un Europeo importante in Italia e dunque c’è attenzione verso questo gruppo. Credo che Davide abbia tante presenze in Serie A col Milan. Non si deve più parlare di un giovane promettente, è una certezza e una realtà. Vedremo il tempo cosa porterà. Lui deve solo continuare a lavorare, a crescere, a migliorare, rimanendo concentrato sui propri obiettivi e non cambiando mentalità. Poi le cose arrivano da sole».

Che giudizio esprime sulla stagione del Milan?

«Credo che per il momento sia positiva. La squadra è nella zona che le compete, sono state fatte delle buone prestazioni e il gruppo è in crescita. Non dimentichiamo che c’è stato un cambio di proprietà e l’attuale management ha avuto poco tempo per fare calciomercato. Senza dimenticare il Fair Play Finanziario, che non ha concesso libera scelta a Leonardo e Maldini. In secondo luogo ci sono stati diversi infortuni, che sono un problema. Però mi piace all’approccio tenuto dal Milan, dove non si cercano alibi ma soluzioni. La squadra rimane competitiva e si farà di tutto per sopperire a queste assenze. Questo momento può aiutare la crescita, dalle difficoltà si può uscire più forti. Penso che il Milan lotterà per andare in Champions League, traguardo fondamentale per la società».

Quali sono le sue impressioni sul nuovo corso società rossonera?

«La proprietà è estremamente forte, capace e di grandissimo livello. Hanno scelto persone di spessore come Leonardo e Maldini. E’ l’inizio di un nuovo corso, si deve ripartire. Non scordiamo la situazione finanziaria difficile ereditata. Serviranno tempo e pazienza per riuscire nel progetto di riportare il Milan ai vertici. Le grandi squadre non nascono dall’oggi al domani, basti vedere la Juventus. Sono ottimista per il futuro».

 

Matteo Bellan –

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it