Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty images)

NEWS MILAN – E’ un Gennaro Gattuso inevitabilmente soddisfatto quello visto nel al triplice fischio di Milan-Parma. La sofferenza non è mancata, ma la sua squadra ha mantenuto la calma e ribaltato il risultato con grande personalità.

Riecco il quarto posto perso appena poco prima della sosta. Il mister, come riporta La Gazzetta dello Sport, però ci va cauto: “È una vittoria fondamentale, siamo stati bravi a mantenere la concentrazione per 96 minuti, bloccando le ripartenze veloci degli avversari. Ora però non guardiamo la classifica, stacchiamo due giorni e poi si va avanti, partita dopo partita”. Nel frattempo, dopo un avvio di stagione molto complicato, Tiémoué Bakayoko si conferma a livelli sempre più alti e anche ieri ha giganteggiato in mediana. Il tecnico ne ha parlato così: “Somiglia a Desailly e ha perfino più tecnica. È stato bravo a credere nel progetto che gli abbiamo proposto e a imparare a “scivolare” correttamente in mezzo al campo, ha fatto miglioramenti impensabili in poco tempo”. Doverosi complimenti anche per Ignazio Abate, protagonista di un’ottima gara nel ruolo di difensore centrale: “Lo merita, perché è un leader in spogliatoio e si fa trovare sempre pronto. Spero che Castillejo, un po’ troppo sacrificato in questo periodo, imiti il suo esempio”.

Per restare aggiornato sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

In attesa di Gonzalo Higuain alla prossima e Zlatan Ibrahimovic a gennaio, intanto è super Patrick Cutrone. Rino però evita di fantasticare in prospettiva 2019: “Un tridente a gennaio col Pipita, Ibra e Cutrone, se arrivasse Zlatan? Presto per dirlo, perché ci sarà anche Paquetà”. L’allenatore spiega piuttosto l’importanza del collettivo: “L’emergenza ci ha uniti. L’ho capito quando sono tornati i nazionali durante la sosta, avevano facce diverse dal solito. Non ha prevalso la stanchezza per i viaggi, ma la voglia di sperimentare soluzioni nuove e andare in campo”. Infine la chiusura sui criticoni: “In Italia ci sono 60 milioni di allenatori, fa parte del gioco. Come ci sta che un allenatore perda la pazienza, ogni tanto”. 

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it