Ivan Gazidis
Ivan Gazidis (foto AC Milan)

NEWS MILAN – E’ iniziata l’era di Ivan Gazidis in rossonero. Da ieri il manager sudafricano è ufficialmente nuovo membro del CdA e nuovo amministratore delegato del club.

Si tratta di una figura fortemente voluta dal fondo Elliott. La famiglia Singer, simpatizzante dell’Arsenal, ha ammirato il suo lavoro svolto nei Gunners. E ha fatto di tutto per portarlo al Milan. Stimolato dalla possibilità di rilanciare una grande società e convinto anche da un ottimo stipendio (circa 4 milioni di euro annui), Gazidis ha accettato. La proprietà americana è convinta che rivoluzionerà in positivo il Diavolo.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

News Milan, Gazidis e Moncada innesti importanti

Il quotidiano Tuttosport riporta le prime parole del dirigente sudafricano ai dipendenti di Casa Milan: «Voi lavorate per un Club leggendario nel Mondo. Ve lo dico, perché spesso anche lavorando dentro un grande Club si perde la percezione di questo valore. Io all’Arsenal, dall’esterno, ho sempre percepito il Milan come una istituzione leggendaria di questo sport».

Gazidis ha fatto presente anche l’intento di valorizzare lo storico stadio di San Siro, oltre che aumentare il fatturato e tornare ai vertici: «San Siro e il suo rinnovamento sono una priorità così come avere più ricavi da reinvestire nel Club. Ma, soprattutto: riportare il Milan in vetta alla classifica e al ranking europeo». Non indica tempistiche esatte per raggiungere gli obiettivi, però è convinto che il Milan ce la farà: «C’è l’obiettivo, ma non una timeline. Nel tempo che sarà necessario, tanto, medio o poco, Elliott raggiungerà il suo target». Il nuovo amministratore delegato rossonero è stato anche al centro sportivo Vismara per incontrare i dipendenti e ribadire l’importanza del settore giovanile.

Le missioni di Gazidis in questo suo mandato da AD del Milan sono soprattutto:

  1. Aumentare i ricavi per poter migliorare i conti del bilancio e rispettare il Fair Play Finanziario.
  2. Rilanciare e valorizzare lo stadio di San Siro, rendendolo fonte di introiti importanti.
  3. Migliorare e curare i rapporti del club con l’UEFA.

Ovviamente i compiti dell’ex CEO dell’Arsenal sono anche altri, però i tre principali obiettivi sono quelli indicati. E intanto in rossonero è arrivato anche Geoffrey Moncada come nuovo Capo dell’Area Scouting. Un innesto molto importante, visto che parliamo di una figura che ha svolto un grande lavoro nel Monaco. Ha scoperto diversi giovani talenti sbocciati all’ombra del Principato e poi diventati campioni come, ad esempio, Kylian Mbappé. Con lui continueranno a lavorare i suoi collaboratori, una rete di nove osservatori della quale è a capo e che scandaglia tutti i campionati. Sarà lui a sottoporre a Leonardo e Maldini i nuovi prospetti da visionare e, eventualmente, prendere.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it