Giovanni Trapattoni e Luigi Radice (foto twitter)

MILAN NEWS – Lutto nel mondo del calcio italiano: oggi ci ha lasciato uno degli allenatori più stimati e iconici degli scorsi decenni.

E’ moto Luigi Radice, ex calciatore e tecnico nativo di Cesano Maderno, comune vicino a Milano. Il classe 1935 era cresciuto proprio nel settore giovanile del Milan, esordendo poi in prima squadra nel ruolo di terzino sinistro nel 1955. Rimase quattro stagioni in rossonero, prima di approdare alla Triestina e al Padova. Il suo legame con il Milan lo portò ad effettuare una seconda e più produttiva esperienza dal 1961 al 1965: nel complesso il palmarès rossonero di Radice parla di tre scudetti ed una Coppa dei Campioni vinte da calciatore.

Radice se possibile è divenuto ancor più rilevante nel ruolo di allenatore: dal 1966 partì la sua avventura in panchina dal Monza e proseguì con moltissime altre squadre, finendo ad allenare anche il ‘suo’ Milan nella stagione ’81-’82, venendo però esonerato alla fine del girone d’andata. Radice da allenatore viene ricordato per essere stato tra i primi promotori del pressing a tutto campo e per aver riportato uno storico scudetto in casa Torino nel 1976, il primo per i granata dopo la tragedia di Superga. Uomo elegante, grintoso e d’altri tempi, la classe di Radice mancherà e già manca da troppo al nostro calcio.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it