Gonzalo Higuain
Gonzalo Higuain in Olympiacos-Milan (©Getty Images)

Fischio finale al Karaiskakis Stadium di Atene, Olympiakos-Milan 3-1. Rossoneri eliminati dall’Europa League, classificati terzi nel girone.

Partita sciagurata per i ragazzi di mister Gattuso. Primo tempo chiuso sullo 0-0, poi nella ripresa rossoneri passivi e sfortunati nel subire due gol. Reazione immediata, con Cristian Zapata che segna di testa. All’81’ arriva la clamorosa decisione dell’arbitro Benoit, che assegna un calcio di rigore inesistente per contatto Abate-Torosidis. Subito il terzo gol, il Milan non riesce a trovare la porta avversaria nonostante ci vada vicino più volte.

Europa League, Olympiakos-Milan: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 60′ Cisse; 70′ Zapata aut; 72′ Zapata; 81′ Fortounis (R.).

Ammoniti: Calhanoglu, Bakayoko, Koutris, Cisse.

Espulsi: /

OLYMPIACOS: Josè Sà 5: Elabdellaoui 6, Cissè 6,5, Vukovic 6+, Koutris 6,5; Camara 6,5, Guilherme 6,5; Fetfatzidis 6, Fortounis 6,5, Podence 6,5; Guerrero 6.
Allenatore: Pedro Martins 7.

MILAN: Reina 6; Calabria 5,5, Abate 6,5, Zapata 6, Rodriguez 5,5 (Dall’85’ Halilovic 5); Castillejo 5, Kessié 5,5, Bakayoko 6, Calhanoglu 5; Cutrone 5,5 (Dal 78′ Laxalt 5), Higuain 5.
Allenatore: Gennaro Gattuso 5.

Olympiacos-Milan: le pagelle dei rossoneri

Reina 6: sfortunato sui primi due gol subiti. Bravo a salvare in altre clamorose occasioni create dall’avversario.

Calabria 5,5: potrebbe e dovrebbe fare molto di più in entrambe le fasi. La sensazione che non abbia dato il massimo, c’è.

Abate 6,5: salva due clamorose occasioni, a gol praticamente quasi subito. Peccato per il contatto veniale in area con Torosidis, che inganna l’arbitro e regala il terzo gol agli avversari.

Zapata 6: se si subiscono 3 gol, risulta complicato dare la sufficienza alla difesa. Partita strana, sfortunata (basta vedere il suo autogol). C’è la reazione, con il colombiano che segna proprio di testa ridando fiato ai compagni.

Rodriguez 5,5: fa il suo lavoro, ma dalle sue parti in fase difensiva si soffre troppo.
(Dall’85’ Halilovic 5).

Bakayoko 6: il migliore in mezzo al campo dei rossoneri, ma non bastano i suoi strappi.

Kessié 5,5: va vicino al gol nel secondo tempo, ma oggi il suo apporto è stato insufficiente rispetto al potenziale suo e soprattutto alla mediocrità dell’avversario.

Castillejo 5: troppo poco lo spagnolo, che fa rimpiangere l’infortunato Suso finito in tribuna. Poche giocate importanti, nessuna decisiva.

Calhanoglu 5: esterni deludenti, non solo lo spagnolo sopracitato. Il turco è spesso fuori dal gioco, e quando riceve palla non fa mai la cosa giusta.

Higuain 4,5: male, malissimo l’argentino. Un solo strappo nel secondo tempo, quando per poco non sfiora il primo palo. È clamorosa la sua assenza nel match in certi frangenti: nessuna giocata importante, contro un avversario facilmente punibile. Tanta rabbia e delusione per la sua prova.

Cutrone 5,5: si sbatte come suo solito, oggi meno aiutato dai compagni. Nel primo tempo è egoista non servendo Higuain solo in area, poi va vicino al gol proprio su assist del Pipita. Peccato per l’andamento del match, e soprattutto per la sua sostituzione poco prima del terzo gol subito.
(Dal 78′ Laxalt 5: nullo il suo contributo).

All. Gattuso 5,5: gli episodi sono stati più che sfavorevoli. Non solo sfortuna, ma soprattutto una sciagurata serie di errori dell’arbitro contro i rossoneri. La reazione del Milan c’è stata, ma non è stata sufficiente. Il primo gol è irregolare, il secondo è un autogol, e il terzo nasce da un rigore inesistente. Partita negativa del Milan, ma con un arbitro più equo (o con il VAR) sarebbe andata diversamente.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it