Logo UEFA
Logo UEFA (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una clamorosa e dolorosa eliminazione per il Milan, e non è finita qui. Perché dopo la roboante disfatta di ieri sera ad Atene, è attesa per oggi o al massimo lunedì la famosa sentenza UEFA per il triennio 2014-17 dopo l’incontro di Nyon dello scorso novembre.

Tuttavia, la punizione non dovrebbe essere particolarmente severa. Piuttosto – come riferisce l’edizione odierna de Il Giornale – dovrebbe trattarsi di un’ammenda che oscilla tra i 5 e i 7 milioni di euro. Uno scenario in fondo positivo, che non limiterà Elliott Management Corporation per il calciomercato di gennaio. Il club sarà chiaramente monitorato con un’attenzione particolare, ma avrà comunque libertà di manovra a inizio 2019. Così come non sarà necessario un nuovo ricorso al TAS, mossa seriamente presa in considerazione dalla proprietà in caso di punizione ritenuta eccessiva.

Per restare aggiornato sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

Il via libera c’è, ora bisognerà quali saranno le nuove strategie societarie dopo quanto accaduto in Europa League. Da una parte infatti potrebbe essere sprono per rinforzare la rosa di Gennaro Gattuso per un 4° posto ora più che mai obbligatorio, ma dall’altra potrebbe spingere Elliott a non fare investimenti nella sessione invernale. Col solo campionato a cui pensare, e con una situazione economica comunque delicata, non è propriamente da escludere uno stop a gennaio per poi investire con sostanza in estate.

Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it