NEWS MILAN – Per un attaccante in astinenza il gol è la miglior cura possibile. Se poi quell’attaccante si chiama Gonzalo Higuain, segnare è la cosa più importante di tutte. Dopo nove partite a secco, il Pipita ieri è tornato a gioire e ad essere decisivo.

Il Pipita si è aggrappato a lui per risolvere la crisi: di gol e di vittoria. E contro la Spal ha fatto finalmente ciò che sa fare meglio: essere decisivo. Ma l’esultanza ha lasciato il segno: l’abbraccio con tutti i compagni, compresa la panchina, poi quello con Gennaro Gattuso, le lacrime e lo scrollarsi di dosso ogni tipo di peso. Insomma, en plein. Con la speranza che la rete di ieri contro la Spal possa dargli la scossa decisiva per non fermarsi più.

Su Instagram Higuaìn ha voluto riportare il suo pensiero: “Felice di tornare al gol.. grazie a tutti quelli che mi sono stato vicino.. grazie a mi famiglia, amici, compagni, staff tecnico, società e tifosi che mi hanno accompagnato.. buona feste per tutti“. Che la squadra e l’allenatore gli sono sempre stati vicini è evidente. L’abbraccio collettivo dopo la rete di ieri è l’esempio più lampante. La risposta a migliore a tutti quelli che lo davano già in partenza verso Londra.

Redazione MilanLive.it