Milan, Supercoppa amara per Allegri in Medio Oriente: le statistiche

Gennaro Gattuso Massimiliano Allegri
Gennaro Gattuso & Massimiliano Allegri (©Getty Images)

NEWS MILAN – Supercoppa indigesta per Massimiliano Allegri in Medio Oriente. Perché per un evento così vale la pena aggrapparsi anche alla scaramanzia. Almeno provarci. E in vista di Juventus-Milan di domani le statistiche parlano chiaro: in Cina il tecnico bianconero esulta, altrove no.

Sono due i trofei in questione nel palmares del tecnico toscano. Ironia della sorte: uno rossonero, l’altro bianconero. Il primo arrivò nel 2011, fase iniziale del suo ciclo milanista, dove ci fu il doppio derby a Pechino: classico contro l’Inter da una parte, sfida in famiglia anche tra le proprietà in una sfida tutta cinese tra Zhang e Li Yonghong dall’altra. 2-1 per il Diavolo. Wesley Sneijder illuse, Zlatan Ibrahimovic e Kevin Prince Boateng completarono la rimonta. A Shanghai invece, quattro anni più tardi, Mario Mandzukic e Paulo Dybala cancellarono in pochi minuti le speranze della Lazio: 2-0 per la Vecchia Signora.

Per restare aggiornato sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

Come sottolinea La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, la morale è la seguente: se si gioca nella terra dei dragoni Allegri vince, altrimenti no. Il 51enne di Liverno infatti non ha sorriso in ben tre occasioni lontano dall’Asia: nel 2014 contro il Napoli, successo ai rigori dopo una doppietta di Gonzalo Higuaín nei tempi regolamentari, nel 2016 contro il Milan a Doha per una gara decisa sempre dai tiri dal dischetto e infine nel 2017 a Roma contro la Lazio per un 3-2 biancoceleste nel finale. Appena un successo su quattro lontano dalla sua terra fortunata, ecco perché l’allenatore si mantiene cauto in conferenza stampa. Anche perché, nel caso, si tratterebbe di un traguardo prestigioso per lui: il 10° titolo alla guida della squadra piemontese. Per il collega sull’altra panchina, invece, si tratterebbe del primo di una nuova carriera avviata da poco.

 

Redazione MilanLive.it