Atalanta-Milan Krzysztof Piatek
Atalanta-Milan, esultanza gol Piatek (©Getty Images)

Fischio finale allo stadio Atleti Azzurri d’Italia: Atalanta-Milan 1-3. I rossoneri sbancano Bergamo, con una super prestazione nel secondo tempo. Decisivi i gol di Krzysztof Piatek (doppietta) e Hakan Calhanoglu.

Parte bene il Milan nel primo tempo, che crea due occasioni con Franck Kessié: la seconda è clamorosa su cross di Suso. Al minuto 33 però arriva la grande giocata di Ilicic, che serve dietro Freuler che beffa Donnarumma con un tiro preciso. Al tramonto del primo tempo, a 10 secondi esatti dalla fine del recupero, arriva la magia di Krzysztof Piatek, che su assist di Rodriguez gira con l’interno sinistro sul secondo palo. Nella ripresa il Milan entra con voglia e determinazione, e sorpassa i nerazzurri con un gol di Hakan Calhanoglu da fuori area: finalmente si sblocca il turno, al primo gol in Serie A. Chiude la partita ancora Piatek, di testa su calcio d’angolo. Rossoneri che abbassano il pressing dopo l’1-3 e subiscono l’iniziativa avversaria, senza però realmente soffrire. Finisce il match con la vittoria del Milan, fondamentale per la classifica: la squadra di Gennaro Gattuso consolida il quarto posto e allontana l’Atalanta.

UOMO PARTITA MILANLIVE: Krzysztof Piatek e Lucas Paquetà

Atalanta-Milan: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 33′ Freuler (ass. Ilicic); 45’+2′ Piatek (ass. Rodriguez); 55′ Calhanoglu; 61′ Piatek (ass. Calhanoglu)

Ammoniti: De Roon, Suso, Rodriguez.

Espulsi: /

ATALANTA: Berisha 5; Toloi 5, Djimsiti 5, Palomino 6; Hateboer 5, De Roon 5, Freuler 5,5, Castagne 5,5; Gomez 5; Ilicic 6,5, Zapata 5,5 (Dal 78′ Barrow ).
Allenatore: Gasperini 6.

MILAN: Donnarumma 6; Calabria 6,5, Musacchio 7, Romagnoli 7, Rodriguez 6,5; Kessié 7, Bakayoko 7,5, Paquetà 8 (Dall’87’ Laxalt s.v.); Suso 5 (Dal 77′ Castillejo s.v.), Piatek 8 (Dal 68′ Cutrone 6), Calhanoglu 7,5.
Allenatore: Gattuso 7.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle News MilanCLICCA QUI <<

Atalanta-Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: ci si poteva aspettare di più da Gigio sul gol di Freuler, che però arrivava forte e da pochi metri. Sicuro invece nelle uscite aeree e nel gestire il pallone tra i piedi. Un’incertezza, quella sul gol, che dimenticheremo tutti facilmente vista la bella vittoria della squadra.

Calabria 6,5: un po’ imballato nel primo tempo, quando spinge poco e pensa più a difendere. Nella ripresa è più incisivo e cattivo in ogni situazione di gioco, anche in fase propositiva.

Musacchio 7: che scintille con Zapata nei duelli fisici. L’argentino non si fa intimorire dal colombiano, che riesce ad annullare nel corso del match.

Romagnoli 7: tiene bene la linea e non soffre Zapata, che preferisce agire più su Musacchio. Un paio di disimpegni importanti a sbrogliare potenziali pericoli.

Rodriguez 6: soffre spesso in marcatura su Ilicic, e ha sempre bisogno quantomeno del raddoppio di marcatura. Sul gol nerazzurro si fa beffare da una giocata da giocoliere di Josip. Bravo a non mollare e a spingere quando trova spazio, suo l’assist per il primo gol di Piatek.

Kessié 7: non si ferma mai, corre e lotta a tutto campo. Va vicino due volte al gol nel primo quarto d’ora di match, in particolare nella seconda occasione si sposta addirittura sulla sinistra inserendosi con i tempi giusti sul cross di Suso a rientrare.

Bakayoko 7,5: pazzesco in interdizione davanti la difesa, un muro insuperabile a tratti. Nella ripresa dimostra a Gattuso di potersi anche adattare da mezz’ala, giocando sempre con sicurezza e creando superiorità numerica.

Paquetà 8: ma che giocatore è? Incredibile. E qualsiasi altro commento sarebbe superfluo. Gestisce la palla con una qualità che in maglia rossonera non si vedeva da tanto, troppo tempo. Ogni tanto pecca di superficialità, soprattutto in un contropiede sul 3-1. Certe giocate andrebbero viste e riviste: da stropicciarsi gli occhi.
(Dall’87’ Laxalt s.v.).

Suso 5: dà l’impressione di non dare il 100%. Soffre la fisicità e l’aggressività degli avversari, ma lui fa poco per ribaltare la situazione.
(Dal 77′ Castillejo s.v.).

Calhanoglu 7: subito un ripiegamento difensivo alle spalle di Rodriguez dopo pochi minuti dall’inizio del match, che fa capire il perché a prescindere giochi sempre lui. Nella ripresa dimostra finalmente la sua capacità balistica, come dice sempre Rino, sparando un destro secco che porta i rossoneri in vantaggio. Corre e si sbatte su tutta la fascia, senza mai perdere lucidità e voglia.

Piatek 8: viene marcato tutto il tempo a uomo da Djimsiti, il polacco non si abbatte e a 10 secondi dal termine del primo tempo trova un gol fantastico quanto prezioso al volo di sinistro. Lavora per la squadra e poi “pum pum pum”, altro gol stavolta da calcio d’angolo e di testa. Fondamentale.
(Dal 68′ Cutrone 6: gioca quasi mezz’ora di match, con la voglia e la grinta che lo contraddistingue. Peccato non riesca a trovare il gol).

All. Gattuso 7: vittoria fondamentale dei rossoneri, che riescono a recuperare da situazione di svantaggio, in un campo complicato e contro una squadra molto forte. Grande sacrificio da parte di tutti, che alla fine ha portato 3 punti fondamentali per questo Milan, che consolida il quarto posto. Ora testa all’Empoli, non si deve mollare un centimetro.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it