Gabriele Gravina
Gabriele Gravina (foto twitter)

MILAN NEWS – Si continua a discutere in questi giorni del gesto di sfottò di Tiémoué Bakayoko e Franck Kessie al termine del match Milan-Lazio di sabato sera.

I due centrocampisti rossoneri hanno esibito in diretta verso la propria curva la maglia donata a fine gara da Francesco Acerbi, difensore della Lazio che dopo alcune schermaglie via ‘social’ della settimana scorsa aveva provata a fare pace chiedendo lo scambio di maglia proprio a Bakayoko. Nonostante ciò è partito un momento di sfottò che è stato mal visto da diversi spettatori, interessati o meno.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Nella giornata di ieri sono arrivate le scuse ufficiali dei calciatori del Milan e l’ok di Acerbi, che su Instagram ha voluto chiudere la vicenda. Non chiusa affatto invece da Gabriele Gravina, presidente della FIGC che intende punire severamente l’atteggiamento poco sportivo dei due milanisti: “Sabato sera a San Siro si è visto un atteggiamento irriguardoso e irrispettoso. Come ha detto anche il sottosegretario Giorgetti è indegno che due tesserati prendano in giro un avversario. Vanno puniti e denunciati secondo le violazioni delle norme e dei principi etici del nostro mondo”.

Intervenuto a GR Parlamento, il numero uno del calcio italiano ha fatto sapere di non voler più vedere cose del genere sui campi di Serie A: “Ha ragione Gattuso quando dice che si usano troppo i social tra i calciatori. Acerbi donando la maglia e stringendo la mano a Bakayoko aveva chiuso la polemica, mentre i due rossoneri mostrandola come uno scalpo hanno alimentato il nervosismo, è qualcosa che dobbiamo prevenire e combattere”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it