Riccardo Montolivo Fabbri
Riccardo Montolivo e l’arbitro Fabbri (©Getty Images)

NEWS MILAN – Riccardo Montolivo, José Mauri e Andrea Bertolacci: storie diverse, eppure stesso destino. Tutti ai margini, in scadenza di contratto e consapevoli di un addio certo in casa Milan a fine stagione.

Uscite che consentiranno a Elliott Management Corporation di alleggerire il monte ingaggi e di non sprecare altro denaro, soprattutto in questa fase caldissima per quanto riguarda il fair play finanziario e l’occhio vigile della UEFA.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sul calciomercato MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan: i motivi dell’addio di Montolivo, Bertolacci e José Mauri

I tre citati – riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola – corrono e sbuffano come i compagni, sono i primi a incitarli e si comportano da professionisti. Fanno tutto ciò che possono, tranne quello che vorrebbero di più: entrare in campo e aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi. E non sono gli unici. Perché chi anche rientra nella casella dei zero minuti disputati in campionato sono Antonio Donnarumma, Alessandro Plizzari e soprattutto Ivan Strinic, vice campione del mondo, e il grande acquisto Mattia Caldara. Ma il caso del trio in uscita salta maggiormente all’occhio, perché il costo complessivo per tenerli in rosa scollina i 10 milioni. Tutto per appena 143 minuti totali in campionato, e tra l’altro del solo Mauri.

Quello di Montolivo – conclude il quotidiano – è destinato a rimanere uno dei più grandi misteri della recente storia milanista. Cosa abbia indotto Gennaro Gattuso a non utilizzarlo mai, nemmeno in casi estremi, resta un vero enigme. «Scelta tecnica, altri stanno meglio, nessun problema con lui», sono state queste le parole che ha sempre ripetuto l’allenatore. E dall’entourage del giocatore nemmeno è filtrato qualcosa su litigi o episodi particolari: semplicemente, dopo la mancata partenza nella scorsa estate, non è mai stato parte del progetto. Su Bertolacci, invece, Rino ci aveva scommesso tanto da trattenerlo in estate, ma alla fine ha deluso nelle varie uscite in Europa League. Benino inevce Mauri, il quale, tra sei presenze tra campionato e coppa, era stato anche moderatamente ripescato prima dell’arrivo di Lucas Paquetá.

 

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it