Mattia Caldara
Mattia Caldara (foto acmilan.com)

NEWS MILAN – Davvero pazzesca la sfortuna di Mattia Caldara. Secondo quanto scrive Gianluca Di Marzio sul proprio sito ufficiale, il difensore si è rotto il crociato. Domani sarà operato. Si stimano sei o sette mesi per il recupero.

Oggi pomeriggio il difensore ha lasciato il ritiro di Milanello in stampelle per un problema al ginocchio. Si temeva un lungo stop, ma non così. La diagnosi infatti è delle peggiori: il difensore ha riportato la rottura del crociato e domani andrà sotto i ferri. Per rivedere il campo, in casi del genere, ci vogliono sempre dai sei ai sette mesi. Una tegola incredibile per questo ragazzo, reduce da una stagione da incubo. Per lui soltanto due presenze con la maglia rossonera dopo il suo arrivo dalla Juventus: prima contro il Dudelange in Europa League, poi contro la Lazio in Coppa Italia.

Era tornato a pieno regime da poco. Vista l’assenza di Alessio Romagnoli, si pensava ad un suo possibile impiego contro il Bologna lunedì: sarebbe stata la sua prima presenza col Milan in Serie A. Invece un altro infortunio, il peggiore possibile. E adesso il rischio è che potrebbe rivedere il campo addirittura nel 2020… Una mazzata incredibile per lui, che ha già dovuto sopportare mesi di sofferenza. Gli facciamo un enorme in bocca al lupo.

Redazione MilanLive.it