Milan, rivoluzione a centrocampo: i nomi in bilico

Tiemoué Bakayoko Atalanta Milan
Tiemoué Bakayoko (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Sarà restyling totale per il Milan a centrocampo. Un po’ per scelta e un po’ per necessità. Perché se alcuni addii come quelli di Riccardo Montolivo, Andrea Bertolacci e José Mauri sono già segnati, altri seguiranno soprattutto in caso di fallimento finale senza Champions League.

Come infatti riferisce Tuttosport oggi in edicola, dei 9 giocatori che possono giocare a metà campo, soltanto Lucas Paquetá e – per ora – Hakan Calhanoglu possono sentirsi sicuri della riconferma. E se per i tre in scadenza di contratto è ormai tutto definito, per gli altri quattro, invece, le percentuali di permanenza oscillano e non regalano affatto certezze.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sul calciomercato MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan, pronto il restyling a centrocampo

Il primo dubbio in questione riguarda Tiémoué Bakayoko: 35 milioni di euro, questa la cifra necessaria per il riscatto. Il Chelsea infatti non apre a sconti, ed Elliott Management Corporation è chiamato a un sacrificio per trattenere il 24enne francese. Ma gli ultimi avvenimenti che lo hanno riguardato – rivela il quotidiano – e più di qualche spiffero contro il giocatore, fanno pensare che in via Aldo Rossi stiano riflettendo, o forse abbiano già deciso, sulla sua conferma. In bilico c’è anche Frank Kessie: per lui il discorso parte dall’episodio del derby, ma sfocia anche nel contesto tecnico e tattico. Perché l’ex Atalanta gradirebbe un’esperienza in Premier League, e se dovesse arrivare una buona offerta, potrebbe pensarci. Un punto interrogativo pende anche su Lucas Biglia: l’attuale contratto andrà in scadenza nel 2020 e nonostante il suo agente abbia avviato discorsi per un prolungamento, ci sarà ancora da lavorare e valutare. Per Giacomo Bonaventura, invece, i dubbi sono legati alla tenuta fisica post infortunio: Jack potrebbe essere pronto in autunno, ma anche lui resta un solo anno di contratto.

 

 

 

Redazione MilanLive.it