Donnarumma ritrova Mihajlovic: Sinisa lanciò Gigio titolare nel 2015

Gianluigi Donnarumma AC Milan
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

NEWS MILAN BOLOGNA – Era il 25 ottobre 2015 quando un 16enne Gianluigi Donnarumma venne lanciato come titolare in un Milan-Sassuolo di campionato. Allora sulla panchina rossonera c’era Sinisa Mihajlovic.

Gigio e l’allenatore si ritroveranno questa sera a San Siro come avversari: infatti, si giocherà Milan-Bologna. Il 20enne portiere campano sarà chiamato a blindare la porta della squadra di Gennaro Gattuso, mentre il serbo vorrà fare risultato per mettere in cassaforte la salvezza dei rossoblu. Certamente i due si saluteranno con affetto, visto che avevano un ottimo rapporto, però nei 90 minuti più recupero saranno rivali.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

Milan-Bologna: Donnarumma incontra ancora Mihajlovic

Donnarumma deve molto a Mihajlovic, che ebbe il coraggio di schierarlo titolare nel Milan quando aveva solo 16 anni e 8 mesi. L’allora tecnico rossonero non aveva fiducia in Diego Lopez e preferì lanciare il giovanissimo Gigio nonostante la presenza di un’alternativa esperta come Christian Abbiati. Le prestazioni del portiere originario di Castellammare di Stabia diedero ragione al serbo, determinante nella valorizzazione del ragazzo quando solitamente a quell’età si gioca al massimo nella Primavera.

La carriera di Donnarumma è poi proseguita tra alti e bassi, ma bisogna dire che in questa stagione ci sono stati miglioramenti rispetto a quella passata. Le vicende inerenti il rinnovo e i continui scontri Raiola-Mirabelli, oltre al disinnamoramento dei tifosi, lo avevano condizionato nell’annata scorsa. Non era sereno e si notava in campo. Poi le cose sono cambiate, anche se Gigio ha ancora tanto margine di crescita e deve lavorare sodo per ridurre al minimo gli errori.

Per quanto concerne Mihajlovic, dopo l’avventura al Milan ne ha avuta una non granché soddisfacente a Torino. Esonerato nel gennaio 2018, aveva accettato l’offerta dello Sporting Lisbona nell’estate successiva ma dopo pochi giorni il nuovo presidente l’ha sollevato dall’incarico. Da gennaio 2019 è subentrato a Filippo Inzaghi sulla panchina del Bologna, riuscendo a condurre la squadra rossoblu fuori dalla zona retrocessione e ormai ad un passo dalla salvezza matematica.

 

Redazione MilanLive.it