Gattuso il pacificatore: così Rino ha rilanciato il Milan

gennaro gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Gennaro Gattuso lo stabilizzatore. O il pacificatore. Dopo il preziosissimo successo di Firenze, così La Gazzetta dello Sport definisce l’allenatore del Milan.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Perché Rino, nel bel pieno della tempesta, ha trovato la presa giusta sul timone di una nave che rischiava di sbandare. La vecchia polveriera ora è in ordine, i musi lunghi si sono trasformati in sorrisi e le ribellioni anche si sono calmate. Come sottolinea il quotidiano, c’è molto di tutto questo se il Diavolo è ancora in corsa per un posto in Champions League. L’allenatore rossonero ha gestito quest’ultimo periodo, quel del possibile disastro, come meglio non poteva. La gestione di Tiémoué Bakayoko è un esempio perfetto: dopo la lite a bordo campo, Gattuso si è assunto una parte di colpa, l’ha poi rimesso in campo dopo il faccia a faccia anche con Leonardo e Paolo Maldini e infine l’ha abbracciato al triplice fischio dell’ultima gara. Caso rientrato in meno di una settimana.

Diverse anche le modalità per comunicare con l’esterno. Si è passati dalla conferenza stampa della depressione prima del match col Torino, a quella della squadra «incazzosa» pre Bologna per finire con quella ultra guardinga in vigilia di Firenze. L’altra parte del lavoro l’ha invece fatto con la squadra, riportando il concetto di gruppo al centro del villaggio dopo un ritiro punitivo che ha compattato il gruppo. Così in questo rush finale sono stati fondamentali coloro che non sono mai stati pieni protagonisti, vei Ignazio Abate, Fabio Borini o Cristian Zapata, o gli indifendibili come Suso e Hakan Calhanoglu. Qualcosa vorrà pur dire, evidenzia la Gazzetta. Uno scatto di maturità per Ringhio: ha raddrizzato la situazione con una gestione sensata e tutto sommato semplice, ed è merito suo se il Milan può ancora sperare negli ultimi 180 minuti della stagione.

 

 

Redazione MilanLive.it