PSG-Donnarumma, ritorno di fiamma: tentazione Milan per il FPF

Gianluigi Donnarumma Milan
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Nemmeno il tempo di tornare a brillare, che arrivano già le prime sirene di mercato per Gianluigi Donnarumma. Così dopo una stagione super, riecco che spunta il Paris Saint Germain per il 20enne rossonero. Quasi un dejavù.

L’interesse del club transalpino, del resto, non è mai svanito del tutto in quest’arco di tempo. E in questi giorni – rivela La Gazzetta dello Sport – è tornato a farsi più concreto. La situazione è complicata: Elliott Management Corporation non vorrebbe mai e poi mai vorrebbe privarsi del proprio fuoriclasse, ma il fair play finanziario incombe e un’offerta superiore ai 50 milioni metterebbe in forte difficoltà il club rossonero.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sul calciomercato MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan, non solo il PSG: altre tentazioni per Donnaruma

Da un punto di vista strettamente economico, la cessione del portiere classe sarebbe infatti un toccasana per le casse della società: non solo garantirebbe una mega-plusvalenza così da rendere meno complicato il rientro al pareggio di bilancio entro il 2021, ma alleggerirebbe anche lo stesso monte ingaggi senza gli 11 milioni lordi all’anno dell’estremo difensore rossonero. Una combo che in un momento di tale disperazione, non esclude scenari.

Parallelamente, tuttavia, anche il PSG dovrà fare i propri conti. Perché seppur in linea col FPF, dovrà assorbire gli ammortamenti dei cartellini e gli ingaggi di Neymar e Kylian Mbappé che pesano sul bilancio una sessantina di milioni. Al di là dei fondi garantiti dal nuovo sponsor di maglia, vanno quindi prima pianificate alcune cessioni. E in caso assalto effettivo, la società parigina dovrà prima scegliere chi cedere tra Alphonse Areola, altro assistito di Mino Raiola, e Gianluigi Buffon al quale poi andrebbe avanzata una proposta di rinnovo. Ma non c’è solo il PSG: come riferisce la rosea, Gigio ha già ricevuto un paio di chiamate anche da altri club che disputeranno la Champions la prossima stagione. Perché la parola d’ordine è sempre la stessa: e senza, potrebbe succedere davvero di tutto.

 

 

Redazione MilanLive.it