pep guardiola manchester City
Pep Guardiola (©Getty Images)

Il Manchester City è disposto fare di tutto per tenersi stretto Pep Guardiola. L’attuale contratto scade a giugno 2021 e dunque i Citizens sono protetti dagli assalti di altri club. Tuttavia, lo sceicco Mansour è pronto ad effettuare uno sforzo ulteriore.

Secondo quanto rivelato dal quotidiano The Sun, per Guardiola sarebbe pronta un’offerta di rinnovo quinquennale da complessivi 100 milioni di sterline (quasi 114 milioni di euro). Dai 15 milioni di sterline (17 milioni di euro) annui percepiti attualmente, salirebbe a 20 (22,8 in €). Nonostante sia finito nel mirino della UEFA per presunte violazioni del Fair Play Finanziario, il Manchester City non intende frenare gli investimenti. Blindare Guardiola è una priorità per la dirigenza.

L’allenatore spagnolo ha già chiarito che nella prossima stagione allenerà ancora i Citizens. Sono state spazzate via tutte quelle voci che lo davano come possibile successore di Massimiliano Allegri alla Juventus. In ogni caso, quella 2019/2020 sarà la quarta annata nella squadra inglese ed è normale che poi possa pensare ad intraprendere un’avventura differente. Nel calcio moderno è difficile vedere tecnici e giocatori rimanere nello stesso club per tanti anni.

Forse il Manchester City vuole fare di Guardiola una sorta di proprio Alex Ferguson, celebre allenatore rimasto al Manchester United per ventisette stagioni. Ovviamente l’ex condottiero di Barcellona e Bayern Monaco non resterà così a lungo nei Citizens, però la proprietà fa bene a voler tenere in panchina uno come lui. Pep in tre anni ha vinto due Premier League, due Coppe di Lega, una Coppa d’Inghilterra e una Community Shield. Inoltre la formazione ha espresso un grande calcio in campo. Manca l’affermazione europea, che potrebbe arrivare nella prossima stagione se l’UEFA non escluderà la squadra dalla Champions.

 

Matteo Bellan