Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

Gennaro Gattuso al termine di Spal-Milan 2-3 ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Niente quarto posto e dunque niente Champions League, ma il mister rossonero non vede il bicchiere tutto vuoto.

Rino ha così esordito nella sua analisti post-partita a Ferrara: «Del mio futuro ci sarà tempo di parlarne. Dobbiamo valutare bene quello che abbiamo fatto. Bisogna fare i complimenti al gruppo. Il rammarico è aver fatto male dopo il derby, abbiamo perso l’anima. Comunque questo è un gruppo forte, ma da migliorare. Una squadra giovane con margini di miglioramento».

L’attuale allenatore del Milan prosegue il proprio intervento parlando delle necessità dell’organico, certamente da migliorare nel calciomercato estivo: «Bisogna guardare come sono strutturate le altre squadre. Juventus e Napoli saranno più avanti, l’Inter è messa bene. I 68 punti nostri sono tanta roba, meriti dei ragazzi. Servono calciatori funzionali per migliorare la squadra».

Gattuso viene interpellato sul suo futuro, messo più volte in discussione dai media ma non dalla società direttamente: «Penso che all’AC Milan devo tanto, mi hanno fatto diventare uomo e vincere trofei. Mi hanno fatto anche diventare un mezzo allenatore, non lo dimentico. Ho vissuto 18 mesi non facili, bisogna anche analizzare questo. Tante volte qualche bravo l’ho preso, però ho sentito anche cose strane. Anche responsabilità che non potevo prendere, bisogna analizzare tutti gli aspetti. Non sono uno che si fa scivolare tutto addosso. ».

Rino ancora incalzato sul futuro suo e del Milan, non si sottrae dall’esprimere la propria opinione: «Vorrei dire tante cose, ma non sarebbe corretto per ciò che abbiamo fatto. Ai numeri va data importanza, non bisogna scordare quello che abbiamo fatto. Sembra che non abbiamo fatto nulla. 18 mesi fa non si sapeva cosa sarebbe successo con la proprietà, tanti ragazzi volevano andarsene via. Da troppo tempo siamo fuori dalla Champions, questo aspetto pesa. A me la società non mi ha mai detto che prenderà un altro allenatore. Io ho sensazioni buone per il futuro. Conosco chi gestisce il club, sono persone per bene. Poi vedremo cosa succederà, ma a me non è mai stato detto nulla. ».

La squadra va rinforzata con elementi forti sia tecnicamente che caratterialmente, questo è emerso nettamente. Il mister concorda: «Servono giocatori funzionali per giocare un certo calcio, gente di categoria. Non basta saper giocare, bisogna anche sapersi prendere responsabilità. Serve avere alcuni elementi che dicano le cose in faccia. Qualcuno con esperienza in più non farebbe male, anche se il mio spogliatoio non era male».

 

Matteo Bellan

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore