Milan, possibili addii per Castillejo e Laxalt: le ultime

Samu Castillejo AC Milan
Samu Castillejo (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Indipendentemente dal nuovo tecnico e dalla risposta di Paolo Maldini, c’è una sola certezza al momento in casa Milan: le cessioni. Perché dopo la mancata qualificazione in Champions League e senza i proventi conseguenziali, saranno fondamentali per attutire l’impatto di un bilancio già in rosso e col fair play finanziario che incombe.

Ecco, quindi, che Elliott Management Corporation è chiamato a stilare una lista di possibili sacrificati. Titolarissimi e non solo. Perché anche le riserve rossonere potrebbero essere immolate in nome del bilancio, purché assicurino una discreta cifre per le casse rossonere. E come infatti riferisce il Corriere dello Sport, a tal proposito anche Diego Laxalt e Samuel Castillejo sono grandi indiziati per una possibile doppia addio.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sul calciomercato MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan, risparmiati già oltre 20 milioni dalle uscite

La società ha intanto già risparmiato a bilancio oltre 20 milioni tra le uscite di Leonardo, Gennaro Gattuso, Riccardo Montolivo, José Mauri, Andrea Bertolacci, Cristian Zapata, Ignazio Abate e Tiémoué Bakayoko rientrato a Londra. A questi poi se ne aggiungeranno di sicuri altri. Mentre il Manchester United si muove seriamente per Gianluigi Donnarumma, anche Hakan Calhanoglu è in bilico come noto da tempo: reduce da una stagione deludente, potrebbe essere dismesso se arrivassero offerte tra i 15 e i 18 milioni di euro.

Poi appunto Laxalt e Castillejo: il Milan potrebbe monetizzare anche con la cessione dei due giocatori che l’ex Dt, a fine mercato 2018, fu costretto a prendere come contropartite nelle operazioni riguardanti Gianluca Lapadula andato al Genoa e Carlos Bacca passato al Villareal. Nessuno dei due ha pienamente convinto quest’anno con Gennaro Gattuso: il primo non è riuscito a mettere mai seriamente in discussione Ricardo Rodriguez, seppur fedelissimo di Rino; l’attaccante di Malaga invece ha dato il suo apporto ma di certo avrebbe potuto fare molto, molto di più. Saranno tante quindi le cessioni: se poi il Milan sarà anche costretto a rinunciare all’Europa League – sottolinea il Corport – allora l’organico sarebbe notevolmente snellito anche negli ingaggi e ringiovanito. La sentenza dell’Uefa, intanto, è imminente.

 

 

Redazione MilanLive.it