Home Milan News Milan-UEFA, udienza al TAS ancora non calendarizzata

Milan-UEFA, udienza al TAS ancora non calendarizzata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30

News Milan, ricorso al TAS di Losanna: ancora nessuna udienza calendarizzata.

Oggi era attesa la sentenza UEFA inerente le violazioni del Milan ai parametri del Fair Play Finanziario nel triennio 2015-2018. Un po’ a sorpresa, però, la Camera Giudicante non ha emesso un verdetto. Infatti, ha comunicato la sospensione del procedimento nei confronti del club rossonero.

A Nyon vogliono attendere che il TAS di Losanna si esprime sul ricorso che il Milan aveva annunciato dopo la sentenza UEFA del dicembre 2018 sul triennio 2014-2017. Allora vennero comminate delle sanzioni e il club decise di ricorrere al Tribunale Arbitrale dello Sport. Però, non risulta che sia stata messa in calendario un’udienza ancora. Fatto che fa pensare che si andrà per le lunghe e che potrebbe non esserci il tempo per un’eventuale esclusione del Diavolo dalla prossima Europa League.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

News Milan, cosa succederà con la UEFA? Intanto bisogna andare al TAS

Proprio l’estromissione dalle coppe era la sanzione più temuta della sentenza UEFA che però di fatto non è arrivata. Adesso bisognerà attendere di capire quando vi sarà l’udienza di fronte al TAS di Losanna per il ricorso alle sanzioni del triennio 2014-2017 (multa da 12 milioni, restrizioni delle liste europee, break-even entro giugno 2021 pena l’estromissione per un anno dalle competizioni europee). Se venisse data ragione al Milan, si ritornerebbe nuovamente dall’UEFA e dunque servirebbe un nuovo verdetto su quel periodo, andando quindi a ritardare le decisioni sul triennio 2015-2018 alle quali il club potrebbe nuovamente opporsi con un altro ricorso al TAS.

Insomma, è veramente una situazione molto intricata e difficile sia da comprendere che da spiegare di conseguenza. Sicuramente ci sono retroscena che non conosciamo. I contatti tra il Milan e la UEFA sono costanti, come fatto sapere dalla dirigenza nei mesi scorsi. Gli uomini della proprietà Elliott Management Corporation sono in campo in prima persona per occuparsi di questa vicenda. Solo il tempo ci dirà quale sarà l’epilogo, adesso è difficile sbilanciarsi. Il Diavolo al momento rimane qualificato alla prossima Europa League. La volontà di sistemare i conti del bilancio c’è ed è stata sempre ribadita, ma in casa Milan si spera anche di poter avere il tempo necessario per farlo senza ostacoli eccessivi che possano bloccare la crescita.

 

Redazione MilanLive.it