Milan, altro giugno spinoso: tra Uefa, mercato e rivoluzioni

Maldini e Gazidis
Paolo Maldini e Ivan Gazidis (©Getty Images)

MILAN NEWS – Di solito per i tifosi di calcio questo rappresenta il periodo dell’anno più noioso e meno interessante, con il campionato appena finito e le squadre a riposo in vista della ripresa delle varie preparazioni estive.

Per gli appassionati del Milan però giugno in realtà è da anni un mese spinoso ed intrigante: come ricorda la Gazzetta dello Sport, nel 2017 ci si apprestava a vivere un’estate da sogno, con i tanti ricchi colpi di mercato della proprietà cinese e le ‘cose formali’ di Marco Fassone. Nel 2018 invece erano i giorni dell’ennesimo passaggio di proprietà, con Yonghong Li ormai defenestrato e il fondo Elliott Management Corporation che è poi subentrato.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Anche questo mese per il Milan non sarà certo un periodo di noia: nei prossimi giorni si deciderà molto del futuro del club rossonero. In primis con la scelta del nuovo allenatore, ormai sicuramente Marco Giampaolo che a breve dovrebbe liberarsi dalla Sampdoria e firmare per i rossoneri un contratto triennale.

Ma anche la rivoluzione interna del management, il sì ufficiale di Paolo Maldini come direttore dell’area tecnico, il possibile ritorno di Zvonimir Boban nel ruolo di d.g. e l’eventuale approdo anche di un nuovo direttore sportivo. E poi la questione più annosa: il contenzioso con la UEFA, l’ennesimo capitolo sull’asse Milano-Nyon che mette ansia al club rossonero e che rischia di portare a sanzioni e restrizioni stavolta piuttosto pesanti. In pratica, anche sotto i primi caldi dell’anno, il tifoso milanista non si annoia mai.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it