Home Calciomercato Milan Da Kramaric a Marin: Milan made in Croazia con Boban

Da Kramaric a Marin: Milan made in Croazia con Boban

Calciomercato Milan: Kramaric, Lovren, Marin e Moro, rossoneri made in Croazia con Boban.

antonio marin
Brooklyn Lyons-Foster e Antonio Marin (©Getty Images)

L’arrivo di Boban come Chief Football Officer è una garanzia per il Milan. Intelligenza, conoscenze e saggezza a disposizione del club rossonero. Il suo non sarà soltanto un ruolo politico. Inciderà eccome anche sulle scelte tecniche.

Rade Krunic ne è un esempio, ma potrebbe non essere il solo. Come scrive oggi ‘Tuttosport’, si profila un ‘Diavolo’ made in Croazia con l’arrivo dell’ormai ex vicesegretario della FIFA. Nelle ultime settimane sono stati fatti dei nomi molto interessanti: da Andrej Kramaric a Dejan Lovren, passando per i giovanissimi Nikola Moro e Antonio Marin, entrambi in forza alla Dinamo Zagabria, da sempre sicura fucina di talenti, a proposito di Boban…

Kramaric partner ideale di Piatek

Andrej Kramaric
Andrej Kramaric (Getty Images)

17 gol in Bundesliga, 5 in Champions League: per Kramaric è stata una stagione di altissimo livello con l’Hoffenheim, squadra che lo ha riscattato dal Leicester per 11 milioni nell’estate del 2016. Oggi il suo valore è di almeno 30 milioni. Non è giovanissimo: ha 28 anni, è nel pieno della sua maturità calcistica. Rappresenta l’attaccante ideale per affiancare Krzysztof Piatek nel 4-3-1-2 di Marco Giampaolo, più di Patrick Cutrone e dell’incognita André Silva. In carriera ha fatto anche l’esterno e addirittura il trequartista. In Nazionale è diventato titolare dopo l’addio di Mario Manduzkic. Ha fisico e soprattutto tecnica. Un giocatore davvero molto interessante.

Lovren per l’esperienza

Dejan Lovren
Dejan Lovren (©Getty Images)

In difesa servono rinforzi, perché di centrali utilizzabili ad oggi ce ne sono soltanto due. Paolo Maldini ha puntato Gianluca Mancini e Andersen, ma al momento l’opzione più facile per costi è Lovren di proprietà del Liverpool. Chiuso da Virgil van Dijk e Matip, il croato è a caccia di una nuova sistemazione. Rappresenta l’elemento giusto per dare esperienza e qualità al reparto e affiancare il capitano Alessio Romagnoli. Ha un contratto fino al 2021, può liberarsi anche per meno di 15 milioni. L’ostacolo è lo stipendio che percepisce: 5 milioni. Pare sia disposto a ridurlo fino ai 3,5 milioni.

Moro e Marin, il futuro

Si passa poi ai giovani prospetti, tutti e tre in forza alla Dinamo Zagabria, la squadra di Boban. Vi abbiamo già parlato di Nikola Moro, un centrocampista di grande qualità, classe 1998, purtroppo alle prese con gli infortuni nell’ultima stagione. Ma nonostante questo, è un profilo che piace parecchio al nuovo dirigente rossonero. Si aggiunge Antonio Marin, giovanissimo: è un classe 2001, una classica ala tutto dribbling e fantasia. Anche lui meriterebbe molta attenzione. Infine c’è Dani Olmo, che è spagnolo e non croato. Ma poco importa…

 

Redazione MilanLive.it