Wolverhampton, Cutrone restio ma Mendes insiste: le ultime

Milan, ora si lavora per Patrick Cutrone. Ceduto André Silva e in piena trattativa con la Roma per Suso, il Diavolo si muove per la cessione del baby rossonero. Anche perché Jorge Mendes ha promesso un incasso importante 

Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

Il Milan chiede aiuto a Jorge Mendes e il mercato rossonero si sblocca. André Silva e Angel Correa, c’è infatti la regia del super agente portoghese dietro il doppio affare chiuso. Intervento che ora potrebbe riguardare anche un’altra operazione: quella per Patrick Cutrone.

Come infatti rivela il Corriere dello Sport oggi in edicola, parallelamente a Suso per cui c’è la Roma, si lavora per l’uscita dell’attaccante classe 98 che due anni fa, in vista di Bayern Monaco-Milan di stanotte, segnava una doppietta proprio ai tedeschi avviando una scalata che si è interrotta proprio sul più bello. La riflessione è doverosa: come è strano il calcio.

Milan, Mendes promette 25-30 milioni per Cutrone

Nel frattempo, tra quesiti, dubbi e rimpianti, è il Wolverhampton la pista calda per il baby attaccante milanista. Un club in cui Mendes ha un ruolo ancor più fondamentale rispetto a Monaco e Atlético Madrid. Finora però – rivela il quotidiano – l’attaccante di Como si è mostrato piuttosto freddo davanti alla prospettiva di emigrare sì in Premier League, ma non in una squadra di primo livello.

Nonostante ciò, i discorsi sono aperti. Anche perché Mendes ha promesso a Zvonimir Boban e Paolo Maldini un incasso da 25-30 milioni di euro per questa operazione. Cifra che nel caso di Cutrone, diversamente da Silva dove su 30 milioni se ne registrati solo 9.2 di plusvalenza, andrebbero invece tutti in surplus. La prospettiva della società, quindi, è quella di realizzare un “capital gain” tra i 35 e i 40 milioni di euro, con i benefici del bilancio che sarebbero tali da sostenere sia un’operazione alla portata di Correa ma migliorando nel frattempo anche i conti della società. E per riuscirci, sarà necessario convincere il calciatore.

 

 

Redazione MilanLive.it