Home Milan News Theo Hernandez: “Milan grande squadra. Non vedo l’ora di rientrare”

Theo Hernandez: “Milan grande squadra. Non vedo l’ora di rientrare”

Theo Hernandez ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Milan TV. Ha parlato dell’infortunio, di Giampaolo e degli obiettivi di quest’anno.

Theo Hernandez AC Milan
Theo Hernadez (foto acmilan.com)

Buone notizie da Milanello. Theo Hernandez sta bene e potrebbe giocare già in Hellas VeronaMilan. Marco Giampaolo ritrova così il suo treno, infortunatosi contro il Bayern Monaco alla prima amichevole di International Champions Cup.

Intervenuto ai microfoni di Milan TV, il francese ha parlato così delle sue condizioni fisiche: “Sto molto bene, mi trovo a mio agio, il recupero procede lentamente ma in maniera positiva. Ho molta voglia di tornare a giocare“. Lo ha voluto fortemente Paolo Maldini, uno che di terzini sinistri qualcosa ne sa: “Sono molto felice di essere qui al Milan, mi trovo molto bene con i compagni di squadra, con lo staff e con tutti gli altri. Voglio tornare in campo, ho avuto un po’ di sfortuna ma sono cose che succedono“.

Ha vinto la Champions League col Real Madrid e ora spera di giocare la competizione con la nuova maglia: “Il nostro obiettivo è la Champions League, e da lì puntare ancora più in alto. Siamo una grande squadra, una rosa completa, con l’appoggio dei nostri tifosi possiamo farcela“. Sul compagno di squadra più simpatico: “Mi diverto molto con Castillejo“.

Ha scelto lo stesso numero di maglia del fratello Lucas: “Mi piace il numero 19 perché lo indossa anche mio fratello. Lo avevo anche indossato anche nella scorsa stagione e, visto che era libero, ho deciso di prenderlo“. Le sensazioni su Giampaolo: “Non lo conoscevo ma è un allenatore molto bravo. In allenamento è aggressivo e intenso. Con lui e con questa rosa faremo buone cose“.

Primi mesi a Milano e ancora qualche problema con la lingua: “In questo primo periodo ho vissuto in Hotel, ora mi trasferirò in una casa. Italiano? So dire soltanto ‘molto bella’“.

Rinnovi Milan, non solo Donnarumma: altri sette in scadenza nel 2021