Milan, rispunta Rodrigo De Paul: secondo Calciomercato.com, l’argentino può diventare un serio obiettivo per gennaio. Paolo Maldini si sarebbe già mosso

Rodrigo de Paul
Rodrigo de Paul (©Getty Images)

Rodrigo De Paul e il Milan, un filo diretto mai spezzato. Nonostante fattori e circostante hanno spinto il Diavolo altrove, il club rossonero, in realtà, non ha mai smesso di seguire il fantasista argentino dell’Udinese.

Tant’è che Paolo Maldini, come riferisce Calciomercato.com, ha nuovamente informato l’agente del calciatore, lo stesso di Angel Correa, di essere seriamente interessato al classe 94.

Calciomercato Milan, assalto a gennaio a De Paul?

Si tratta del resto di un vecchio obiettivo rossonero, già dai tempi dell’ex Dt Leonardo, e col dirigente brasiliano che lo scorso gennaio incontrò anche Agustin Jimenez per provare a gettare le basi in vista dell’estate. 

Approdato all’Udinese nel 2016 per ‘appena’ 3 milioni, oggi la società friulana ne chiede ben 25. Una cifra alta, che forse non si incastra perfettamente con le esigente di Elliott, ma che rispecchia sicuramente il valore di un giocatore determinante nella formazione friulana e che è riuscito a farsi spazio anche in nazionale.

L’argentino – evidenziano i colleghi – piace molto alla dirigenza rossonera per le indiscusse qualità ma anche per la sua duttilità. De Paul, infatti, può muoversi sia come trequartista che seconda punta ed esterno e ha le qualità fisiche e tecniche ideali per esaltarsi con Marco Giampaolo.

Il Milan così ci pensa in vista di gennaio, anche perché è consapevole che il giocatore vorrebbe provare una nuova esperienza professionale. La missione rossonera potrebbe così partire a stretto giro, tenendo conto che, parallelamente, restano sullo sfondo Fiorentina e Atlético Madrid.

De Paul tra bluff e ambizione

Proprio ieri, intanto, il giocatore si è espresso sul suo mancato trasferimento nell’ultima sessione. Parole probabilmente più di facciata e circostanza che reali: “Il mercato è finalmente finito e ora sono più tranquillo. Sono stati mesi difficili, pieni di voci e chiacchiere. Sono contento di restare a Udine, la società ha respinto tutte le offerte arrivate in estate e per me è un segnale importante”. 

E ancora: “Sono felice, perché la società ha fatto di tutto per trattenermi. Inoltre devo molto all’Udinese, grazie a loro sono riuscito a raggiungere la convocazione nella Nazionale maggiore argentina”. La gratitudine sarà senz’altro autentica, ma anche l’ambizione non manca al 25enne di Sarandì.

“Il Milan mi vuole? Significa che ho lavorato bene e credo che qualcosa, più avanti, possa succedere”, riferì infatti lo stesso De Paul in un’intervista dello scorso gennaio. Tradotto: è il momento del salto di qualità e ne è pienamente consapevole.

Un ‘referendum’ per San Siro: l’ultima idea del sindaco