Home Calciomercato Milan Milan, senti Rodriguez: “Voglio sempre giocare. Non conosco il mio futuro”

Milan, senti Rodriguez: “Voglio sempre giocare. Non conosco il mio futuro”

Calciomercato Milan: Ricardo Rodriguez è dietro a Theo Hernandez nelle gerarchie della fascia sinistra difensiva. Non è esclusa una cessione a fine stagione.

Ricardo Rodriguez
Ricardo Rodriguez (©Getty Images)

Ricardo Rodriguez ha perso il posto da titolare a favore di Theo Hernandez nel Milan e spera di riprenderselo. Difficile, visto che il francese è stato preso come prima scelta e convince maggiormente soprattutto per la sua abilità in fase di spinta offensiva.

Dopo due stagioni da titolare della corsia sinistra in difesa, l’ex Wolfsburg si ritrova ad essere una riserva e dovrà essere bravo a sfruttare le occasioni che avrà. Dopo l’esonero di Marco Giampaolo, è improbabile che il nuovo allenatore Stefano Pioli cambi le gerarchie. Ciò probabilmente imporrà allo svizzero delle riflessioni sul proprio futuro in maglia rossonera.

Calciomercato Milan, quale futuro per Ricardo Rodriguez?

Rodriguez, attualmente impegnato con la Svizzera nelle qualificazioni per l’Europeo 2020, ha parlato ad Aargauer Zeitung della propria situazione. Queste le sue parole: «Perché non ho fatto tre partite non significa nulla. Tutto può sempre cambiare. Non posso dire come continuerà la mia carriera. Ma posso dire di essere un giocatore che vuole sempre giocare».

Il terzino sinistro elvetico darà il massimo per convincere Pioli a puntare su lui, consapevole che Hernandez parte in vantaggio. L’ex Wolfsburg, comunque, è sempre stato un professionista da quando è arrivato a Milanello e di conseguenza non creerebbe malumori nello spogliatoio se dovesse continuare ad essere ritenuto una seconda scelta.

Ovviamente, sarebbe suo diritto a gennaio 2020 o nell’estate seguente chiedere la cessione altrove per giocare con continuità. Il Milan sicuramente non impedirebbe il trasferimento, a patto di ricevere offerte congrue al valore del calciatore. Rodriguez spera di ritagliarsi dello spazio in rossonero intanto. Al resto poi penserà il suo agente, in accordo con la società.

Rebic poco considerato da Giampaolo: ora vuole convincere Pioli