Home Milan News Caldara nuovo rinforzo per Pioli: già convocato per Milan-Lecce?

Caldara nuovo rinforzo per Pioli: già convocato per Milan-Lecce?

Mattia Caldara è tornato ad allenarsi in gruppo e Stefano Pioli pensa di convocarlo per Milan-Lecce. L’ex Atalanta e Juventus vuole essere al 100% della forma al più presto.

Caldara Mattia Stefano Pioli
Mattia Caldara e Stefano Pioli (foto AC Milan)

Negli ultimi tempi le buone notizie non sono molte in casa Milan, ma ieri ne è giunta una molto positiva. Si tratta del rientro in squadra di Mattia Caldara.

Il difensore bergamasco si è allenato per la prima volta in gruppo in questa stagione, proprio nel giorno della prima seduta diretta da Stefano Pioli. Per il nuovo allenatore rossonero il recupero del centrale ex Atalanta e Juventus è importante. Dopo un lungo calvario dovuto agli infortuni ripetuti, Caldara spera di poter tornare alla normalità di un giocatore voglioso di allenarsi con costanza e di tornare protagonista.

Caldara in gruppo: Pioli lo convoca per Milan-Lecce?

Il 25enne difensore è stato preso nell’estate 2018 nell’ambito di uno scambio che ha coinvolto Leonardo Bonucci. L’idea fin da subito era quella di utilizzarlo come titolare al fianco di Alessio Romagnoli. Purtroppo, i tanti problemi fisici hanno impedito che ciò avvenisse. Solamente due le presenze collezionate dal calciatore nella passata stagione: una in Europa League contro il Dudelange (settembre 2018) e l’altra in Coppa Italia contro la Lazio (aprile 2019).

Pioli spera di avere presto Caldara al 100% della condizione fisica, dato che Mateo Musacchio e Leo Duarte non si sono mostrati affidabilissimi finora. Archiviata la lesione del legamento crociato del ginocchio sinistro, Mattia ha lavorato sodo per tornare a disposizione. Secondo La Gazzetta dello Sport, potrebbe già essere convocato per Milan-Lecce.

Ovviamente l’ex di Atalanta e Juventus non potrà essere subito titolare. Gli dovrà essere dato del minutaggio progressivo in modo tale che acquisisca quel ritmo partita che gli manca da tempo. Pioli dovrà essere bravo nel gestirlo e il giocatore stesso dovrà evitare di strafare per non incappare in ricadute.

Milan, Pioli riparte da Leao: lo vuole valorizzare come Chiesa