Home Milan News Pioli e il debutto: gli obiettivi per risollevare il Milan

Pioli e il debutto: gli obiettivi per risollevare il Milan

Milan-Verona, ci siamo: Stefano Pioli debutterà nel giorno del suo 54esimo compleanno. Ecco come il tecnico intende risollevare il Diavolo dalla crisi recente. 

Stefano Pioli
Stefano Pioli (foto acmilan.com)

Milan-Lecce, Stefano Pioli debutta nel giorno del suo compleanno. E allora quale regalo migliore per i suoi 54 anni, se non un esordio vincente davanti ai 50 mila di San Siro.

Nel frattempo, come riferisce La Gazzetta dello Sport, c’è ancora un dubbio in attacco: Krzysztof Piatek o Rafael Leão? Se toccherà al polacco, serviranno obbligatoriamente il goal e soprattutto su azione. Il Pistolero ha infatti l’obbligo di ritrovarsi, e quale occasione migliore se non la sua primissima vittima italiana a cui rifilò subito un poker in Coppa Italia.

Occhio poi anche alla tenuta difensiva. Nel 2019, infatti, questa è stato il fiore all’occhiello dei rossonero, mentre nelle ultime uscite è andata piuttosto male con otto gol incassati in quattro partite. Il motore per armare l’attacco e proteggere è rappresentato dal gioco, ciò che è mancato al suo predecessore.

Occorre riaccendere la fantasia di Suso e Lucas Paquetá, e magari dare modo a Lucas Biglia di creare qualcosa in più rispetto a un semplice compitino. E qui – conclude la rosea – si innesca l’ultimo cadeau che Pioli vorrebbe tanto aprire: ridare la mentalità adeguata a un gruppo smarrito e impaurito. Perché è da lì, prima ancora degli schemi, che parte tutto. Una volta sistemato quell’aspetto, il resto viene quasi da sé.

Ibrahimovic-Milan da escludere: Gazidis non concede deroghe