Nuovo San Siro, sette su dieci dicono sì: il sondaggio

Milan, Inter e il nuovo San Siro: ecco i risultati del sondaggio condotto da Ipsos per conto di Milan e Inter. Intanto il sindaco Sala: “C’è spazio per due stadi”. 

Nuovo stadio San Siro, progetto Populous
Nuovo stadio San Siro, progetto Populous (Foto CorSport)

Nuovo San Siro, sette su dieci dicono sì alla rivoluzione. Come riporta il Corriere della Sera oggi in edicola, è questo il risultato del sondaggio condotto da Ipsos per conto di Milan e Inter.

Tuttavia manda una domanda diretta. Ossia quella di cui club e comune si stanno occupando proprio in questi giorni: l’attuale stadio va demolito o no? Il 75% ritiene che senza il Meazza perderebbe un pezzo di storia calcistica e architettonica della città. Ma al contempo il 68% ritiene che l’attuale San Siro non avrebbe vita lunga senza le due squadre. Il 57%, inoltre, sostiene che la struttura sia ormai troppo vecchia per una città come Milano.

Come poi evidenzia il quotidiano, sul mantenimento e la riconversione di San Siro è intervenuto anche il sindaco Beppe Sala: «Non siamo ostili rispetto a un nuovo stadio, ma vogliamo capire se, e in quale forma, il vecchio San Siro potrà essere salvato e recuperato. Non ci sono solo le squadre di serie A, ma c’è il calcio femminile e le giovanili che attraggono molto interesse. Tecnicamente lo spazio c’è per due stadi, però bisogna capire se ci si sta e se ce lo possiamo permettere».

Per quanto riguarda il nuovo impianto, il 73% degli intervistati ritiene che le grandi riqualificazioni urbane abbiano prodotto più benefici che fastidi. E il 75% ritiene che l’area circostante il tempio calcistico abbia bisogno di un intervento di riqualificazione. Mettendo insieme i pezzi, significa che i milanesi e tifosi vogliono un nuovo impianto a San Siro e non fuori dai confini storici.

Appena il 47% propende, eventualmente, per uscire fuori dai confini storici. Il 77%, inoltre, ritiene che quella del nuovo impianto sia un’occasione da cogliere al volo per la città, perché «significa modernità, posti di lavoro e riqualificazione dell’area sull’esempio di Porta Nuova e Citylife». 

Il 76% è fermamente convinto che un nuovo stadio rilanci anche l’immagine di Milano, come città all’avanguardia capace di guardare al futuro. Ma c’è anche una maggioranza, ossia il 58%, che teme un aumento del costo del biglietto dopo questo maxi progetto. Infine, una grande maggioranza, ossia il 75%, ritiene però che i lavori provocheranno «disagi ai cittadini residenti».

Nuovo San Siro, ora si valutano anche altre aree: le ultime