Nuovo San Siro, ora si valutano anche altre aree: le ultime

Capitolo nuovo San Siro, ora Milan e Inter valutano anche altre aree oltre San Siro e Sesto. Il sindaco, nel frattempo, apre alla possibilità di un doppio stadio ravvicinato. Le ultime. 

NuovosStadio San Siro, progetto Sportium
Nuovo stadio San Siro, progetto Cmr-Sportium (Foto CorSport)

Nuovo San Siro, nuova possibile novità all’orizzonte. Come infatti riferisce Tuttosport, la notizia di ieri è che Milan e Inter hanno concesso a un advisor internazionale il mandato per valutare altre aree di Milano oltre San Siro e Sesto.

Il tutto quando il sindaco Giuseppe Sala, nel frattempo,ha aperto alla soluzione di conservare l’attuale impianto anche con la costruzione di un nuovo stadio.

Così infatti si è espresso il primo cittadino: “Non mi convinceva l’ipotesi di due stadi vicini, se la destinazione fosse stata la stessa. Ora mi pare che stiano ragionando nell’ottica di conservare il Meazza anche come impianto sportivo, ma non solo. Forse vista così qualche senso ce l’ha”. Parole d’incoraggiamento rilasciate a margine della presentazione del Giro d’Italia 2020.

Sala ha anche assicurato che:Tecnicamente lo spazio per due stadi c’è, però bisogna capire se ci si sta e se ce lo possiamo permettere. Noi diamo ampia disponibilità e vediamo cosa succede, noi non siamo ostili rispetto a un nuovo stadio, ma vogliamo capire se in qualche forma il vecchio San Siro potrà essere salvato e recuperato. Io ne sarei molto felice, ma bisognerebbe capire se dal punto di vista economico la cosa sarà sostenibile“. 

Come poi riferisce il quotidiano, la vicenda avrà una nuova tappa importante lunedì 28 ottobre. Per tale data, infatti, sarà discusso nel Consiglio Comunale la questione del ‘pubblico interesse’ relativo al masterplan presentaato dai club.

Milan, la destra scricchiola: da lì arrivano troppi gol